Pagine

giovedì 27 novembre 2014

LA ZUPPA IMPROVVISATA


Un’antichissima zuppa, molto presente nelle tavole del Medioevo, era quella che il Maestro Martino da Como chiamò Zuppa improvvisata. Per ottenerla è sufficiente mettere a bagno il pane, fondere il burro e rosolare il prezzemolo. Si aggiunge altra acqua e si porta a ebollizione. Una volta che il pane si è completamente rammollito, lo si schiaccia con una forchetta. Intanto si rompono quattro uova in un piatto a parte, si aggiunge il pane e si passa il tutto al setaccio. A questo preparato vanno poi aggiunte spezie o agresto (un tipo di vegetale povero dell’Italia centrale). Il risultato deve essere mescolato con il brodo che è stato preparato e lasciato bollire per almeno un’ora. Dopo aver aggiunto sale, la zuppa può essere servita.

Medioevo.it

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...