Pagine

venerdì 6 settembre 2013

NARNI, UN GIOIELLO MEDIEVALE UMBRO

Narni è un comune di 20.331 abitanti della provincia di Terni. Narni fu un insediamento preromano con il nome di Nequinum, quindi nel 300 a.C. rientrò negli interessi di Roma, che la fece assediare con il console Quinto Appuleio Pansa ottenendo tuttavia risultati infruttuosi vista la sua impervia posizione. Ci volle oltre un anno per compiere l'impresa, avvenuta nel 299 a.C. grazie al tradimento di due persone locali che permisero ai Romani l'ingresso tra le mura. Divenne così colonia romana col nome latino di Narnia. Non si hanno molte notizie relative a quel periodo, si pensa però che la città potesse aver avuto un ruolo di una certa importanza durante il corso delle prime due Guerre Puniche. Lungo il fiume Nera, nei pressi della frazione di Stifone, dove anticamente si trovava il porto della città romana, è stato infatti recentemente individuato il sito archeologico di quello che appare come un cantiere navale romano. Dell'antica navigabilità del fiume Nera si hanno peraltro notizie su Strabone e Tacito. Noto il passo in cui il console Gneo Calpurnio Pisone, nel 19, decise di imbarcarsi a Narni con la moglie Plancina al fine di raggiungere Roma senza destare sospetti. Divenne Municipium nel 90 a.C. Non si conosce con certezza quando la città di Narnia cambiò il suo nome in Narni, ma probabilmente questo avvenne gradualmente nel tempo a partire dal XIII secolo per poi divenire effettivo dopo la rivoluzione francese, anche se fino alla fine del XIX secolo si trovavano ancora nelle lapidi e negli scritti ufficiali iscrizioni con l'antico nome di Narnia. Lo scrittore Walter Hooper, che fu tra l'altro segretario e biografo di C.S. Lewis, autore de "Le cronache di Narnia", ha anche trattato diverse volte nei suoi libri le origini del nome "Narnia" come si nota ad esempio a pagina 306 del suo libro scritto a quattro mani con Roger Lancelyn Green: C.S. Lewis: A Biography, pubblicato nel 2002. Una leggenda narnese vuole che, in epoca medievale, nel territorio tra Narni e Perugia ci fosse un Grifone, contro il quale le due città, tra loro in guerra, si erano coalizzate per abbatterlo, una volta ucciso come trofeo Perugia si tenne le ossa del Grifone (bianca) e Narni la pelle (rossa). Per questo il Grifone di Perugia è bianco e quello di Narni è rosso. 

Monumenti e luoghi di interesse

I Tre Terzieri Narnesi
Documentario su Narni Sotterranea
I Sotterranei di Narni
Convegno "I Misteri dell'Inquisizione a Narni e il Sant'Uffizio di Spoleto"

Bibliografia

Alla Ricerca della Verità, Roberto Nini
Il Sant'Uffizio di Spoleto. Repertorio delle Fonti di un'Inquisizione Umbra - Roberto Nini
Intervista a Roberto Nini, scopritore di Narni Sotterranea

PER ARRIVARE A NARNI

In auto percorrendo l'autostrada A1 Roma-Milano. Uscita ORTE provenendo sia da Nord che da Sud. Per chi proviene da Sud è possibile uscire anche a Magliano Sabina.Uscendo ad ORTE ci si immette direttamente sul raccordo TERNI-ORTE. Da qui proseguire fino alle indicazioni di uscita per NARNI. Provenendo da Roma o da Fano si può raggiungere Narni attraverso la via Flamina (SS 3). Provenendo da Cesena si può raggiungere attraverso la E-45 e quindi reimmettersi sul raccordo TERNI-ORTE al termine della E-45 - Uscita Sangemini-Narni Scalo direzione Narni Scalo.
In treno lungo le linee Ancona-Roma e Perugia-Roma (linee dirette che non necessitano di cambio) e Firenze-Roma (cambio ad Orte su treno regionale) con fermata alla stazione di Narni-Amelia. Il centro è raggiungibile attraverso il trasporto pubblico di autobus della ATC (linea urbana).

VUOI ALLOGGIARE A NARNI?



DOVE SI TROVA NARNI?


CHE TEMPO FA A NARNI?




Dagli amici di LuoghiMisteriosi.it, un interessante articolo su Narni Sotterranea



Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...