Pagine

lunedì 9 settembre 2013

GRANDE SUCCESSO PER LA "MEDIEVAL FEST" 2013 DI BRINDISI

La settimana più attesa dai brindisini è arrivata con i festeggiamenti dei Santi Patroni, San Teodoro d' Amasea e San Lorenzo da Brindisi. Durante la settimana ci sono stati tre giorni medievali del Medieval Fest organizzata dal comitato "Filia Solis" con la consulenza scientifica della Società di Storia Patria per la Puglia. Questa manifestazione è una rievocazione del celebre matrimonio svolto presso la Cattedrale di Brindisi tra l'imperatore Federico II di Svevia con Jolanda di Brienne il 9 novembre 1225 il quale donò alla cittadinanza brindisina le reliquie di San Teodoro conservate ancora oggi presso la stessa Cattedrale. L'evento è iniziato il 29 agosto alle ore 20.00 con la rievocazione dell'arrivo della Regina e il discorso svolto in Piazza San Teodoro rappresentato da un'attrice brindisina, Giulia Vecchio. Successivamente la Regina si dirige presso Piazza Duomo dove l'imperatore Federico II di Svevia, rappresentato dall'attore e regista pugliese Michele Placido, che pronuncia il suo discorso in una piazza gremita di gente per l'evento clou del Medieval Fest. Terminato l'evento clou dalle 21 sono andati in scena bellissimi spettacoli di guerrieri, musici, giocolieri e artisti del fuoco che ci saranno anche nella giornata successiva, e infine, alle mezzanotte presso il nuovo Lungomare Regina Margherita, inaugurato per queste celebrazioni, ci sarà una Sky lantern show con un sontuoso lancio di lanterne infuocate. 
Il Medieval Fest non è solo questo. Il 29 e il 30 agosto c'è stata la rievocazione di un'accampamento partendo da Piazza Santa Teresa fino ad arrivare al Piazzale Sottile de Falco davanti al Nuovo Teatro dedicato al celebre compositore italiano Giovanni Verdi dove ci saranno dimostrazioni sulla costruzione, l'uso e la manutenzione delle armi condita da rappresentazioni di scaramucce e duelli tra le vie cittadine, ma anche dimostrazioni di tiro con l'arco e in aggiunta di un "artista del fuoco" che si è esibito con abilissimi giochi di fuoco. Dall'inizio dell'evento fino alla chiusura i il lungomare della città è stato ricco di botteghe medievali dove sono stati allestiti gli antichi scriptorium di un borgo orientale per omaggiare Jolanda di Brienne e un mercato con gli antichi mestieri dove i figuranti hanno indossato le vesti utilizzati nel periodo medievali ma anche vesti delle varie classi sociali. Suggestivo è stato l'allestimento nella zona del parquet del Lungomare di un'imbarcazione medievale di legno. C'è da aggiungere che nei pressi dell'ex convento Santa Chiara di Brindisi sono stati esposti gli strumenti di tortura e, inoltre, vi è stata l'apertura gratuita del Museo provinciale "Francesco Ribezzo" di Brindisi e del "Tempio di San Giovanni al Sepolcro". Il Medieval Fest è stato un grande successo nonostante fosse stata la I° edizione con la speranza che l'evento si ripeta per la prossima edizione perchè non farebbe male se per pochi giorni Brindisi potesse prendere la macchina del tempo e partire per il medioevo.



Articolo ed immagini di Pierluigi Papa. Tutti i diritti riservati.

Giudica l'articolo!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

IO C'ERO , IMPRESSIONANTE QUELLO CHE ABBIAM VISTO E' VISSUTO NEGLI INIZI DEL SETTEMBRE 2013 , ERO PROPIO GIU' DAL PIAZZALETTO DELLE COLONNE ROMANE PRIMA DEL BETTY BAR . I FUOCHI ERAN GIA' TERMINATI , DAVVERO 40 MINUTI BELLISSIMI DA NON PERDERE VISTI SUL PIAZZALE LENIO FLACCO . DOPO I FUOCHI SIAMO ARRIVATI AL BETTY BAR E CI SCONTRAMMO CON UNA FOLLA GREMITA DI GENTE , PUGNI , CALCI , SCHIAFFI , INSULTI , POLITICI MESSI IN DISCUSSIONE E' FISCHIATI PER UN MOTIVO ..DURANTE LE FESTE PATRONALI TUTTE LE STRADE E STRADINE IN CENTRO DEVO ESSERE APERTE AI PEDONI E CHIUSE ALLE AUTO IN MODOCHE TUTTE LE GENTI CHE CIRCOLANO NON SIANO OBBLIGATE HA PASSARE SUI CORSI POTENDO QUINDI TRANSITARE SU TUTTE LE VIE '' IN PIU' LE LUMINARIE VANN MESSE SU TUTTE LE VIE DEL CENTRO PER RENDERE LA FESTA PIU' BELLA E VIA QUESTE CASPITA DI AUTO '' . CALCOLANDO CHE DURANTE SAN TEODORO IN CENTRO SIAMO OLTRE 500 MILA PERSONE CHE CIRCOLANO . QUELLA DEL 2013 '' PARLO DELLA FESTA '' E ' STATA DA FARE SCHIFO UNA COSA PERO' MI E' RIMASTO IN MENTE IL DUOMO ILLUMINATO DI VIOLA , QUESTA IMMAGINE DEVE FARE IL GIRO DEL MONDO PER FAR CAPIRE A TUTTI CHE BRINDISI E' UNA BELLA CITTADINA , TRASCURATA DA ALCUNI MA AMATA DAI BRINDISINI VERI .

Emiliano Amici ha detto...

Hai ragione! E la collaborazione con il sito "Brindisi Medievale" che ti consiglio di vedere serve proprio a questo. La valorizzazione di città come Brindisi è essenziale a questo paese!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...