Pagine

Vuoi visitare Viterbo?

Se vuoi visitare Viterbo, l'Appartamento uso turistico di Emiliano e Rosita è il punto ideale per la tua vacanza!

Viterbo Sotterranei e i Tesori d'Etruria

Vuoi scoprire i sotterranei di Viterbo? Vuoi venire a conoscenza di misteri, personaggi e avvenimenti che hanno reso immortale il territorio della Tuscia? Vieni a scoprire Viterbo Sotterranea!

Festeggia la tua ricorrenza

Vuoi festeggiare un compleanno, un anniversario, un battesimo o addirittura un addio al celibato o al nubilato in perfetto stile medievale? Contattaci!

Collaborazione con ACCADEMIA MEDIOEVO

Sguardo Sul Medioevo collabora con l'ACCADEMIA MEDIOEVO di Lanuvio per la creazione, promozione e diffusioni di eventi medievali. Una realtà eccezionale che vale la pena conoscere!

La Grande Storia dei Cavalieri Templari

Creati per difendere la Terrasanta a seguito della Prima Crociata i Cavalieri Templari destano ancora molto interesse: scopriamo insieme chi erano e come vivevano i Cavalieri del Tempio

La Grande Leggenda dei Cavalieri della Tavola Rotonda

I personaggi e i fatti più importanti del ciclo arturiano e della Tavola Rotonda

Le Leggende Medioevali

Personaggi, luoghi e fatti che hanno contribuito a conferire al Medioevo un alone di mistero che lo rende ancora più affascinante ed amato. Dal Ponte del Diavolo ai Cavalieri della Tavola Rotonda passando per Durlindana, la leggendaria spada di Orlando e i misteriosi draghi...

giovedì 13 dicembre 2018

VITERBO SOTTERRANEA, TRA NUOVI SOTTERRANEI E IL CHRISTMAS VILLAGE


Fino al 6 gennaio il centro storico medievale di Viterbo sarà animato dal Caffeina Christmas Village: un tuffo nel mondo favoloso del Natale che offre l’occasione di godere appieno dell’atmosfera natalizia per grandi e piccoli. Tra le tante attrazioni, come la casa di Babbo Natale e la casa della Befana, da non perdere una visita in una nuova parte di Viterbo Sotterranea tutta da esplorare.

Il percorso underground si è infatti arricchito di un nuovo spettacolare circuito ipogeo situato in via Chigi, abbandonato da anni e riportato recentemente a nuova vita. La nuova Viterbo Sotterranea emozionerà e stupirà i visitatori del Christmas Village non solo per la grandezza degli spazi, ma anche per la suggestione che gli stessi evocano grazie alla loro antica storia: dai cunicoli etruschi a quelli medioevali, dai rifugi della seconda guerra mondiale allo “studiolo” dei tombaroli, dai “butti” medioevali alle condotte idriche etrusche, fino ad arrivare al più antico luogo di culto sotterraneo del centro storico di Viterbo.

La visita si apre con una mostra permanente unica nel suo genere: fotografie di Viterbo di fine Ottocento, scattate all'epoca dal fotografo e filantropo Lorenzo Tedeschi e selezionate dai professionisti di Viterbo Sotterranea dall'archivio di Valerio Giulianelli.

Per ulteriori informazioni: Tesori di Etruria, Piazza della Morte, 1 Viterbo   

Tel. 338.8618856 - 0761.220851 

domenica 25 novembre 2018

VITERBO SOTTERRANEA PROTAGONISTA A SERENO VARIABILE

L'immagine può contenere: una o più persone, persone in piedi e spazio all'aperto

La puntata del 24 novembre 2018 di Sereno Variabile, la storica trasmissione Rai condotta da Osvaldo Bevilacqua, ha visto come protagonista la nostra amata e meravigliosa Viterbo. La trasmissione ha mostrato le meraviglie artistiche, storiche e culturali della città dando enorme importanza a un grande amico di Sguardo Sul Medioevo: Viterbo Sotterranea.

Sergio Cesarini, direttore di Viterbo Sotterranea, ha accompagnato la troupe televisiva all'interno dei nuovi sotterranei da poco aperti e che Sguardo Sul Medioevo ha visto in anteprima durante la fase di recupero. In pochi minuti sono stati concentrati migliaia di anni di storia, una lunga storia che tocca il periodo etrusco, la presenza templare in città (presenza testimoniata anche dal Golgota presente in una delle sale dei sotterranei che rappresenta il più antico luogo di culto della città) e l'epoca moderna con la presenza di quella che molto probabilmente è una vasca risalente al XX. Di grande interesse è lo "studiolo del tombarolo" una vera e propria "zona lavoro" in cui i tombaroli si dilettavano a pulire e raccogliere gli arnesi del mestiere e gli oggetti ritrovati.

La visita di Viterbo Sotterranea è, sicuramente, uno degli obblighi di ogni turista. Grazie alle guide specializzate (che potranno accompagnare l'ospite anche alla scoperta di San Pellegrino, dei suoi misteri, dei suoi personaggi) è possibile toccare con mano la storia del capoluogo Viterbese che, negli ultimi anni, ha visto un notevole incremento del flusso turistico. 

Non può mancare, terminata la visita, una stuzzicante degustazione di prodotti tipici della Tuscia. Infatti, all'interno dello store di Viterbo Sotterranea sito in piazza della Morte è possibile acquistare, oltre a souvenir, libri e oggettistica di ogni tipo, anche una vasta gamma di prodotti della zona di grande qualità ideali per un regalo particolare proprio in vista di Natale.

Viterbo Sotterranea – Piazza della Morte 1, 01100 Viterbo (VT)
Telefono (+39) 0761220851
Telefono (+39) 3388618856
mail: welcome@tesoridietruria.it

Potrai rivedere la puntata di Sereno Variabile a questo link

Sguardo Sul Medioevo propone, per il turista che voglia visitare Viterbo Sotterranea, il suo alloggio turistico di Emiliano e Rosita sito a via Orologio Vecchio 21 (a circa 300 metri dall'ingresso ai sotterranei) con uno sconto del 10% per tutto il periodo natalizio. Un motivo in più per visitare Viterbo e il suo centro storico annoverato tra i più belli e meglio conservati in Europa.

lunedì 19 novembre 2018

DAL 23 NOVEMBRE AL 6 GENNAIO IL CAFFEINA CHRISTMAS VILLAGE A VITERBO NEL CUORE DEL QUARTIERE MEDIEVALE


Dal 23 novembre al 6 gennaio prenderà vita nel suggestivo centro storico medievale di Viterbo il Caffeina Christmas Village: un tuffo nel mondo favoloso del Natale che offre l’occasione di godere appieno dell’atmosfera natalizia per grandi e piccoli. In questa cornice spettacolare sarà possibile visitare tante fantastiche attrazioni tra cui la Casa di Babbo Natale, la casa della Befana, le Poste dei Bambini dove poter consegnare la lista dei desideri che verrà prontamente spedita, la Fabbrica dei Giocattoli con tanti laboratori che stimoleranno la creatività di grandi e piccini, la Fabbrica dl Cioccolato che solleticherà anche i palati più raffinati, il Presepe al coperto più grande del mondo, il Mondo Magico: un parco nel cuore del centro storico abitato da bizzarri spiritelli pronti ad accompagnare il visitatore lungo le vie del Villaggio degli Elfi.

Quest’anno sarà possibile visitare anche una mostra dedicata a Tutankhamon con centinaia di pezzi ricostruiti in modo talmente perfetto da ingannare anche gli occhi più esperti. Sarà possibile entrare nella tomba del sovrano egizio vissuto nel 1.300 a.C fedelmente riprodotta nelle dimensioni, nelle decorazioni e nel contenuto. Tra le meravigliose attrazioni del Christams Village non poteva mancare la spettacolare Viterbo Sotterranea che quest’anno offre una grande novità: oltre al classico percorso underground visitabile in circa 20 minuti muniti di un audioguida, si apriranno le porte ai viterbesi e ai turisti del nuovo percorso monumentale. Lo straordinario sito sotterraneo, da poco aperto ai visitatori, emoziona e stupisce non solo per la grandezza degli spazi ma anche per la suggestione che gli stessi evocano grazie alla loro antica storia.

Dai cunicoli etruschi a quelli medioevali, dai rifugi della seconda guerra mondiale allo “studiolo” realizzato all'epoca dai tombaroli, dalle cisterne etrusche per l’acqua alle condotte idriche etrusche, fino ad arrivare in un ambiente di grande fascino: il più antico luogo di culto, sotterraneo, del centro storico di Viterbo. Visibile anche uno spettacolare cunicolo di epoca etrusca: un antico corridoio legato al reperimento di acqua pulita.Il percorso inizia con una mostra permanente, unica nel suo genere, dove sono raccolte le foto della Viterbo di fine ottocento con una selezione fotografica dell’archivio di Valerio Giulianelli, scattate all'epoca dal fotografo e filantropo Lorenzo Tedeschi.Per tutta la durata del Christmas Village proseguiranno inoltre le degustazioni gratuite dei prodotti tipici della terra etrusca con diverse golosità e prelibatezze da assaggiare al termine di ogni visita.

Per ulteriori informazioni e notizie:
Tesori d’Etruria, Piazza della Morte, 1 Viterbo
338.8618856    0761.220851


Vuoi dormire a Viterbo? Contatta il numero 3459732031 o visita il link dell'Appartamento di Emiliano e Rosita

sabato 8 settembre 2018

1339. DE BELLO CANEPICIANO. LA GUERRA DEL CANAVESE NEL XIV SECOLO

Si svolgerà il 15 e 16 Settembre 2018 a Volpiano (TO) la 5 Edizione della Festa Medievale denominata “1339. De Bello Canepiciano. La Guerra del Canavese del XIV secolo”, giungendo al primo decennale del Progetto “De Bello Canepiciano”. Nasceva infatti nell'ormai lontano 2008 l’embrione del De Bello, una sorta di “edizione zero”, durante la quale alcuni gruppi storici piemontesi durante la fiera autunnale del paese, hanno creato un corteo per le vie del centro fino all'area del Castello. Qui, per la prima volta, venivano letti frammenti del testamento del Marchese Giovanni II Paleologo di Monferrato, morto in quelle stanze nel 1372. La giornata terminava con dimostrazione di duelli storici con il coinvolgimento del pubblico che poteva avvicinarsi all'arte della guerra del XIV secolo attraverso riproduzione di armi di varie tipologie.

Dal 2010 nel centro storico di Volpiano (TO) ha preso il via una manifestazione più strutturata che negli anni a seguire si è arricchita di contenuti sempre più coinvolgenti per un pubblico in grande crescita. Questa 5 Edizione vuole celebrare il Decennale del progetto “De Bello Canepiciano”, un progetto culturale di studio e ricerca sugli avvenimenti storico culturali della guerra del canavese del 1300. L’area dell’evento si è estesa molto dalla prima edizione e quest’anno vedrà al suo interno moltissime attività culturali e ricreative rivolte a tutte le età.

Molto ricca sarà l’offerta legata agli spettacoli proposti: giocoleria, musica itinerante, trampolieri e mangiafuoco si alterneranno in un continuo susseguirsi di colpi di scena senza eguali per terminare con il grande spettacolo notturno del Sabato sera. Quasi 400 figuranti fra armati, popolani, antichi mestieri e scene di vita quotidiana, allestiranno un autentico villaggio tipico dell’epoca. Si tratterà di uno scorcio storico molto particolare in cui sarà possibile entrare in prima persona negli accampamenti per visite guidate e vivere esperienze e situazioni proiettati nel XIV secolo. Il Marchese del Monferrato Giovanni II Paleologo conquista Volpiano nel 1339 e vi pone le basi per la conquista del Canavese: ecco davanti ai vostri occhi un vero e proprio accampamento militare con tanto di macchine d’assedio (trabucchi), tende, cavalli, arene da combattimento, taverne per il ristoro…

Sarà possibile visitare la fattoria didattica con i rapaci della associazione “Il Mondo nelle Ali” ed assistere al castello alle loro esibizioni straordinarie. Un vero e proprio spettacolo in cui animali e uomo si incontrano in una dimensione fatta di gioco e spettacolo, nel rispetto dell’animale a 360 gradi. Un grande spazio è dedicato ai giochi per i bambini: una arena allestita apposta per loro sarà disponibile per due giorni interi dove, con la supervisione di istruttori certificati, potranno avvicinarsi al mondo della scherma storica e partecipare a veri e propri combattimenti a squadre, in assoluta sicurezza e con le dovute protezioni ed accorgimenti. Sport, gioco e sicurezza sono le parole chiave delle nostre proposte ed attività. Anche quest’anno proponiamo La Grande battaglia al castello per i bambini che si svilupperà in un gioco di ruolo fantastico: una grande avventura gestita dalla Compagnia di San Giorgio e il Drago fatta di esperti educatori per le più giovani età, guiderà ben 140 bambini in una avventura senza eguali, coinvolgendo tutto il paese per circa 3 ore. (il gioco è su prenotazione. per informazioni tavoladismeraldo@msn.com ).

Una ampia area gioco sarà allestita dall'Oratorio San Giuseppe e un vero e proprio Asilo Medievale sarà gestito dal centro infanzia Lilliput di Volpiano. Anche gli adulti avranno spazi per il gioco ed il divertimento: un gioco a tappe vi condurrà attraverso un percorso di prove divertentissime che culmineranno nell'investitura a cavaliere del “Sacrissimo Ordine del Cigno Zoppo”. Il gioco della gabbia e l’ordalia dell’acqua, l’area di tiro con l’arco, il lupanare, le passeggiate a cavallo… impossibile annoiarsi.

E per le pause? sarà possibile rifocillarsi nelle taverne medievali allestite per l’occasione con proposte di cucina tipica semplice e stuzzichevole: la stupenda Taverna di San Carlo, la frizzante Taverna di San Maurizio sotto le Stelle, la caratteristica Taverna del Vialot e la storica Taverna di Sir Riboldi e molte altre possibilità di godersi un pizzico di soddisfazione enogastronomica che durante il percorso della festa faranno dell’evento un momento unico ed irripetibile.

Grande spazio è dedicato alla cultura con conferenze e mostre espositive: la mostra sulla “Tortura, stregoneria ed Inquisizione” a cura del Centro Ricerche e Studi sulla Stregoneria in Piemonte, la straordinaria mostra sull' “Abbigliamento e moda nel XIV secolo” a cura di Samby – Ceazioni Sartoriali, le mostre sulla storia del “Marchese Giovanni II Paleologo del Monferrato” e “Armi ed armature” a cura del Circolo Culturale Tavola di Smeraldo sono solo 4 delle molte possibilità di incontrare momenti di approfondimento storico nel De Bello Canepiciano. Le conferenze per questa celebrazione del decennale hanno raggiunto un livello eccellente: organizzate in collaborazione con la Associazione Terra di Guglielmo di Volpiano (TO) si svolgeranno al Palazzo Oliveri (Vicolo Fourat) e toccheranno tematiche interessantissime: dalla sessualità alla tintura dei tessuti, da tematiche di archeomedicina alla stregoneria, la morte nel medioevo, alimentazione ed arte della guerra. Uno sguardo speciale viene dedicato al Millennio della nascita dell’ordine Templare con la rassegna “I Templari: storia, mito e mistero”, realizzata in collaborazione con la casa editrice e centro studi Yume srl di Torino.

La Cavalleria storica del Marchese durante la manifestazione si esibirà in prove di abilità come la giostra all'anello, il saracino e la giostra all'incontro con le lance. Prove di abilità e dimostrazione di affinità con il cavallo verranno portate al pubblico per meglio avvicinare le persone a questi animali, da sempre compagni di vita per l’uomo in molti settori. Oggi il cavallo è associato allo sport o alla compagnia. Durante le due giornate il pubblico potrà conoscere un mondo nuovo, sportivo e ricreativo, legato all'equitazione. Sarà inoltre presente il Circolo Ippico “Il Pioppeto”, affiliato FISE, che proporrà piccoli percorsi a cavallo per grandi e bambini, avvicinando il pubblico all'equitazione attraverso momenti di conoscenza del cavallo e delle sue abitudini di vita in relazione all'uomo.

Il settore sportivo meglio rappresentato sarà senza dubbio la scherma storica nella sua nuova formula HMC (Historical Marzial Combat), sport da combattimento riconosciuto da CSEN e OPES (Enti di promozione sportiva affiliati al CONI) che schiera incontri singoli (duelli) e a squadre 3 vs 3, 5 vs 5, 10 vs 10. L’Italia ha la sua squadra Nazionale da ormai 7 anni e partecipa ai mondiali promossi dalle federazioni internazionali.

La partecipazione ai mondiali è subordinata ad una selezione nazionale che si configura come una vera e propria Coppa Italia (da qui HMC-Cup) a cui partecipano atleti provenienti da tutta Italia sia nel settore maschile che femminile. Il 15 & 16 Settembre a Volpiano verrà inaugurato il campionato italiano e si giocherà la prima tappa del medesimo, valida per le selezioni ai mondiali 2019.

Quest’anno avremo ospiti provenienti da molte nazioni europee (Svizzera, Inghilterra, Francia, Ucraina, Polonia, Germania).

Festa medievale dunque ma con numerosi momenti sportivi

- torneo scherma storica regolamento HMB e IMCF campionato italiano selezione per i mondiali 2019

- torneo scherma storica regolamento Trecentesco Italiano

- Torneo di scherma storica regolamento Hema in Armis (circuito Italiano Hema in Armis)

- Torneo di arcieria storica (campionato Piemontese 2018)

- Dimostrazioni di equitazione storica (giostre all’incontro con lance, all’anello e giochi d’arme)

Due piazze della manifestazione saranno collegate in LIVE STREAMING dal sito www.debellocanepiciano.it

Un tour virtuale del De Bello Canepiciano è stato messo a punto in collaborazione con Elisa Ferrero: sarà sufficiente scaricare l’Applicazione gratuita izi.TRAVEL, selezionare “De Bello Canepiciano” e cominciare a scoprire le novità della 5 Edizione 2018.

Per questioni di sicurezza l’accesso alla manifestazione sarà a numero chiuso con opportuni controlli alle porte di ingresso. Tutti gli spettatori hanno l’obbligo di conservare il biglietto di ingresso per eventuali verifiche.

All’interno della manifestazione è vietato fumare.
Presidente e VicePresidente Circolo Culturale Tavola di Smeraldo
Direzione artistica dell’evento “1339. De Bello Canepiciano”
Sandy Furlini e Katia Somà
Direzione tecnica: Ing. Alessandro Veronese


FB= 1339 De Bello Canepiciano – Festa Medievale

Debello Canepiciano

cell: 335/6111237

Ciclo di Conferenze DE BELLO CANEPICIANO

Sabato 15/09/2018

Sede: Palazzo Oliveri, Sala Guglielmo da Volpiano (3 piano) 
Piazza XXV Aprile (ingresso da Vicolo Fourat, n.2), 10088 Volpiano (TO) 

Ore 15:00 

Le Erbe delle streghe: la fitoterapia nel Medioevo
Relatore: Gabriella Biglia 

Ore 15:30 

La “farina sulla ferita”: i rimedi medievali che si trovano ancora in farmacia 
Relatore: Gabriella Biglia 

Ore 16:00 

Erotismo e sessualità nel Medioevo
Relatore: Fabrizio Diciotti 

Ore 17:00 

Il Paganesimo tra le Alpi Piemontesi
Relatore: Andrea Romanazzi 

Ore 18:00 

La guerra del Canavese: assetti territoriali, episodi militari, esiti
Relatore: Prof. Enrico Lusso (Associazione Terra di Guglielmo – Volpiano, TO) 

Domenica 16/09/2018

Sede: Palazzo Oliveri, Sala Guglielmo da Volpiano (3 piano) 
Piazza XXV Aprile (ingresso da Vicolo Fourat, n.2), 10088 Volpiano (TO) 

Ore 11:00 

La tintura naturale dei tessuti: tecniche e curiosità dall'antichità ad oggi
Relatore: Anna Sigismondi 

Ore 11:30 

Ma di che colore ti vesti? Il significato dei colori nell'abbigliamento
Relatore: Anna Sigismondi 

Ore 12:00 

Armi e tecniche. Introduzione al combattimento medievale
Relatore: Davide Chiolero 

Ore 12:30 

Il Diavolo e le Maschere. Luoghi e personaggi della tradizione piemontese
Relatore: Alessia Cagnotto 

Ore 15:00 

Teodoro II Paleologo. Biografia di un marchese del Monferrato: dalle rivolte del Canavese alle imprese in Liguria 
Relatore: Roberto Maestri (Circolo Culturale "I Marchesi del Monferrato" - Alessandria) 

Ore 15:30 

Le strade della Fede. Nascita ed evoluzione del pellegrinaggio
Relatore: Danilo Alberto (Associazione “Via Romea Canavesana” – Mazzè, TO) 

Ore 16:00 

Per Ager: un caso particolare, la Via Romea Canavesana
Relatore: Danilo Alberto (Associazione “Via Romea Canavesana” – Mazzè, TO) 

Ore 16:30 

Alimentazione e potere nel Basso Medioevo
Relatore: Davide Chiolero 

Ore 17:00 

Peste o varicella? Malattie, diagnosi e cure nel Medioevo
Relatore: Gabriella Biglia 

Ore 17:30 

I Bestiari: Cronache medievali dei “Mostri” della Terra
Relatore: Alessia Cagnotto 

Ore 18:00 

L’uomo medioevale e la Morte: il “Mostro” sempre presente
Relatore: Alessia Cagnotto 

Sabato 15/09/2018

Rassegna: “I TEMPLARI: storia, mito e mistero” 

Sede: Corte Re Umberto (1 piano) 
Via Umberto I, n.11, 10088 Volpiano TO 

Ore 16:30 

I Templari in Piemonte
Relatore: Massimo Centini  

Ore 17:00 

I Cavalieri di Malta
Relatore: Gian Luca Giani  

Ore 17:30 

Graal, Cavalieri e poeti
Relatore: Fabrizio Manticelli  

Ore 18:00 

I Misteri dei Templari

Relatori:  Katia Bernacci (YUME Edizioni - Torino) 
Fabrizio Diciotti 

martedì 4 settembre 2018

VITERBO SOTTERRANEA SU RAI 1

Il nuovo percorso sotterraneo, alla scoperta di 3000 anni di storia: una panoramica sull'esperienza magica che vi aspetta a Viterbo, raccontata con passione, su Rai1, dal Direttore Sergio Cesarini nello spazio del Tg1 ad Uno Mattina. Viterbo è al centro del mondo: tra la macchina di Santa Rosa (la cui processione è finita proprio pochi minuti fa) e i nuovi sotterranei, Viterbo sta godendo di una fama senza precedenti. La nuova realtà antropica è davvero da non perdere; la possibilità di vedere i più
 antichi sotterranei della città unitamente al più antico luogo di culto consente al turista di effettuare un viaggio nel passato a dir poco indimenticabile. Ma bando alle ciance! Facciamo parlare il nostro amico Sergio Cesarini che ci porterà nei meandri più nascosti della città.


domenica 22 luglio 2018

VITERBO SOTTERRANEA NON VA IN FERIE...NON PERDERE L'OCCASIONE DI VISITARE I NUOVI SOTTERRANEI!

La Viterbo Sotterranea non va in vacanza e rimane aperta per accogliere i visitatori del capoluogo che potranno ammirare anche il nuovo e spettacolare percorso sotterraneo aperto al pubblico in questi giorni. In programma visite guidate alla Viterbo Underground ed alla città medievale. La Viterbo Sotterranea, la cui porta d’ingresso si trova presso Tesori d’Etruria, nella suggestiva Piazza della Morte, è visitabile ogni ora, dalle 10:00 alle 20:00. Sempre presso il punto turistico di Tesori d’Etruria, proseguono le degustazioni gratuite dei prodotti tipici della terra etrusca: diverse golosità e prelibatezze da assaggiare e scoprire per grandi e piccoli. Inoltre, per rendere speciale la visita alla Viterbo Underground, per i bambini sono disponibili i memo-game creati appositamente dalla Viterbo Sotterranea in modo da presentare, divertendosi e giocando, i luoghi dove è vissuto l’antico e misterioso popolo degli Etruschi. Da segnalare che si può partecipare anche ai fantastici Tour Medievali per scoprire la storia, i segreti e le magie dell’antica Città dei Papi. Esperte guide turistiche abilitate della Provincia di Viterbo vi condurranno nel delizioso centro storico della città svelando interessanti storie, singolari aneddoti e simpatiche curiosità. I Tour medievali hanno inizio alle ore 11,30 ed alle 15.30, con partenza dalla suggestiva piazza della Morte e si concludono con la visita a Viterbo Sotterranea.

Il percorso di Viterbo Sotterranea

Viterbo sotterranea è composta da un reticolo di gallerie che si estendono sotto il centro storico e conducono fin oltre la cinta muraria. Il percorso è completamente scavato nel tufo, una roccia vulcanica che caratterizza il paesaggio attuale della Tuscia. L’origine dei cunicoli è controversa. Stando ad alcune accreditate teorie, avanzate da studiosi ed archeologi, il primo taglio nel tufo risale agli Etruschi. In quell'epoca, probabilmente, la struttura veniva utilizzata come sistema idraulico, un modo per raccogliere e canalizzare le acque piovane e fluviali, per poi smistarle laddove necessario proprio tramite una fitta rete di cunicoli.

È durante il periodo medioevale che questi luoghi assunsero la conformazione attuale: alzati, allargati ed allungati, i tunnel sotterranei diventarono un autentico labirinto fatto di passaggi segreti che servivano a mettere in comunicazione le strutture nevralgiche e strategiche di Viterbo. Le gallerie, inoltre, conducevano verso tutte le uscite principali della città e assicuravano la via di fuga ai viterbesi in caso di pericolo o di assedio. Più recentemente i sotterranei vennero sfruttati dai briganti per i loro loschi affari e nel corso della seconda guerra mondiale furono usati come rifugi antiaerei durante i bombardamenti.

Aperto al pubblico a luglio anche il nuovo spettacolare percorso sotterraneo

Aperto al pubblico in questi giorni anche il nuovo e spettacolare percorso di Viterbo Sotterranea. Ambienti di grande suggestione che ammaliano il visitatore. Il percorso Sotterraneo emoziona e stupisce i visitatori non solo per la grandezza degli spazi, ma anche per la suggestione che gli stessi evocano grazie alla loro antica storia. Dai cunicoli etruschi a quelli medioevali, dai rifugi della seconda guerra mondiale allo “studiolo” realizzato all'epoca dai tombaroli, dai “butti” medioevali alle antiche condotte idriche etrusche, fino ad arrivare in un ambiente di grande fascino: il più antico luogo di culto, sotterraneo, del centro storico di Viterbo. Il percorso inizia con una mostra permanente, unica nel suo genere, dove sono raccolte le foto della Viterbo di fine ottocento con una selezione fotografica dell’archivio di Valerio Giulianelli, scattate all'epoca dal fotografo e filantropo Ing. Lorenzo Tedeschi.

Il circuito ipogeo di Via Chigi fu scavato all’interno della più caratteristica formazione vulcanica dell’apparato di Vico: il Tufo rosso a scorie nere (Ignimbrite c). Il termine ignimbrite deriva dal greco: ignis (fuoco) e imbris (pioggia), e descrive le modalità di deposizione di questa particolare roccia che avviene attraverso imponenti colate piroclastiche, ovvero un flusso incandescente costituito da un insieme turbolento di gas e parti solide (pomici, lava, ceneri, lapilli) anche di dimensioni decimetriche. La famosa eruzione del Vesuvio che distrusse Pompei ed Ercolano è un esempio di colata piroclastica.

Nel nostro caso il deposito inimbritico ha avuto origine dal collasso del paleo-vulcano di Vico, un edificio imponente che si ergeva dove ora è il Lago omonimo, raggiungendo altezze di gran lunga maggiori dell’attuale Monte Fogliano e Poggio Nibbio, e che si estendeva sino a Castel d’Asso, alla periferia Sud di Viterbo. Questo evento esplosivo ebbe luogo tra 200 e 150 mila anni fa. Per questo il circuito ipogeo di Viterbo Sotterranea ci descrive un periodo geologico lungo migliaia di anni.

Tra i cunicoli presenti nella Viterbo Sotterranea, in particolare uno, grande e dalla forma perfettamente ovoidale, è senz'altro un’antica via utilizzata per raggiungere altre zone dell’antico centro abitato medievale di Viterbo, senza dover passare per strade esterne.
Visibile anche uno spettacolare cunicolo di epoca etrusca: un antico corridoio legato al reperimento di acqua pulita. Gli Etruschi erano valenti idraulici, iniziarono a costruire i cunicoli a partire dall’VIII secolo a.C. in poi, soprattutto per la raccolta di acqua potabile e, secondariamente, per il drenaggio dei terreni o per la derivazione di acqua (probabilmente anche ad uso irriguo).

I cunicoli sono una testimonianza dell’elevato livello di vita, di igiene in particolare, delle popolazioni che all'epoca abitavano l’Italia centrale tirrenica e sono un ulteriore indizio degli scambi culturali intercorsi tra Etruria e vicino Oriente. Il nuovo complesso monumentale di Viterbo Sotterranea si può visitare tutti i giorni con una visita guidata che conduce alla scoperta di questi magici luoghi, un viaggio nella storia lungo 3.000 anni.

Il nuovo Complesso Monumentale di Viterbo Sotterranea si può’ visitare tutti i giorni, dalle 10 alle 20, la visita dura almeno un’ora. È possibile scegliere tra i 2 percorsi di Viterbo Sotterranea: quello di mezz'ora (tutti i giorni con orario continuato) e non occorre la prenotazione, e quello di un’ora (con prenotazione)

Contatti per informazioni o prenotazioni:

Tesori d’Etruria, Piazza della Morte, 1 Viterbo
338.8618856  0761.220851

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...