Organizzazione di Eventi

Vuoi creare un evento medievale e hai bisogno di un partner affidabile? Ci occupiamo dell'organizzazione, della ricerca degli artisti, location e comunicazione con attività di Social Management e Ufficio Stampa. Sguardo Sul Medioevo è anche Media Partner!

Organizzazione del Matrimonio Medievale

Vuoi organizzare un matrimonio in stile medievale? Vieni a scoprire come Sguardo Sul Medioevo può aiutarti a rendere meraviglioso il giorno più bello della tua vita! Falconieri, sbandieratori, costumi e giocolieri al tuo servizio!

Festeggia la tua ricorrenza

Vuoi festeggiare un compleanno, un anniversario, un battesimo o addirittura un addio al celibato o al nubilato in perfetto stile medievale? Contattaci!

Collaborazione con ACCADEMIA MEDIOEVO

Sguardo Sul Medioevo collabora con l'ACCADEMIA MEDIOEVO di Lanuvio per la creazione, promozione e diffusioni di eventi medievali. Una realtà eccezionale che vale la pena conoscere!

La Grande Storia dei Cavalieri Templari

Creati per difendere la Terrasanta a seguito della Prima Crociata i Cavalieri Templari destano ancora molto interesse: scopriamo insieme chi erano e come vivevano i Cavalieri del Tempio

La Grande Leggenda dei Cavalieri della Tavola Rotonda

I personaggi e i fatti più importanti del ciclo arturiano e della Tavola Rotonda

Le Leggende Medioevali

Personaggi, luoghi e fatti che hanno contribuito a conferire al Medioevo un alone di mistero che lo rende ancora più affascinante ed amato. Dal Ponte del Diavolo ai Cavalieri della Tavola Rotonda passando per Durlindana, la leggendaria spada di Orlando e i misteriosi draghi...

Erbe Mediche Medievali

Come ci si curava nel Medioevo? E' possibile utilizzare metodi antichi ancora oggi? Le ricette di Ildegarda sono ancora attuali? Troverete cure molto interessanti e ancora molto utilizzate tutti i giorni.

martedì 23 agosto 2016

ALL'OMBRA DELL'ABBAZIA - LA PRIMA RIEVOCAZIONE STORICA LONGOBARDA IN PROVINCIA DI BRESCIA

Nel Medioevo un popolo nomade, dalle origini leggendarie, trova dimora nella penisola italiana: vestivano abiti di tela, i capelli divisi sulla fronte e cadenti sulle spalle; erano maestri nella lavorazione dei metalli e allevavano bestiame. Portavano tutto con sé, caricando i pesanti carri. I Longobardi sono giunti così in Italia e hanno dato un contributo importante alla nostra storia. 

A Leno (Brescia), dove il popolo longobardo si è stanziato e il suo re Desiderio ha fondato un monastero benedettino che per secoli ha posto il suo dominio su buona parte del nord Italia, sabato 24 e domenica 25 settembre 2016 si terrà la grande rievocazione longobarda “All’ombra dell’abbazia”, organizzata dall’Associazione In Illo Tempore, con la collaborazione della Fondazione Dominato Leonense, di Cassa Padana e il Patrocinio del Comune di Leno. 

Evento unico nella provincia di Brescia, all'interno del parco che ospita il sito archeologico del monastero di Re Desiderio, da sabato 24 settembre alle 15 i gruppi storici partecipanti apriranno i loro accampamenti ai visitatori, che potranno vedere e apprendere la costruzione e l’uso di corredi da combattimento, come archi, scramasax e spade; potranno passeggiare tra le tende e osservare la vita da campo e gli allenamenti. 

Potranno vedere le ricostruzioni degli oggetti utilizzati dal popolo longobardo, manufatti delle arti fusorie, lignee, orafe (ageminatura), sartoriali e tessili. Ascoltare miti e leggende. Conoscere alcuni elementi di farmacopea dell’alto medioevo e l’arte fusoria dei Longobardi, grazie al gruppo “Bandum Freae”. E anche scoprire la ricostruzione di un banchetto aristocratico, con repliche di oggetti da mensa, e i modi in cui si doveva stare a tavola, a cura del gruppo “Presenze Longobarde”. 

Alla sera, dalle 21, il parco di animerà di spettacoli e dimostrazioni di abilità; il gruppo “Helvargar” presenterà: “Fatti e leggende della vita longobarda”. Tra i fuochi accesi si assisterà all'ordalia; a combattimenti longobardi e al tiro con l’arco.

Per chi lo desiderasse, è possibile prenotarsi alla cena longobarda animata “A tavola con Re Desiderio”; allestita nei sotterranei di Villa Badia, è un’opportunità unica per cenare con il re longobardo, fondatore del Monastero di S. Salvatore di Leno. Prenotazioni al n° 334-1537951.

Nei due giorni della manifestazione sarà sempre aperta la “Taberna dell’Arimanno”, con piatti e bevande tipiche della cucina longobarda. La rievocazione prosegue domenica 25 settembre; dalle 10.00 saranno aperti gli accampamenti con la possibilità di proseguire nella visita degli accampamenti e conoscere la vita da campo, i combattimenti e le arti dei Longobardi. 

Al pomeriggio, alle 15.30, la parola sarà data agli storici e agli archeologi, che illustreranno le origini e le vicende dei Longobardi vissuti a Leno. Sarà inoltre possibile partecipare alla visita guidata ai resti archeologici del monastero longobardo e alla sua area artigianale, scoperta nell'ultimo anno. 

La manifestazione, che chiuderà alle 19.00, è ad ingresso gratuito. Una grande festa per tutti, un salto nel passato, con spettacoli, giochi e la possibilità di gustare i piatti tipici del popolo longobardo. 

Contatti: 
Associazione In Illo Tempore 
Cell. 334-1537951
Facebook : @allombradellabbazia 

Ufficio Stampa
Fondazione Dominato Leonense
Tel. 030-9038463

sabato 6 agosto 2016

SGUARDO SUL MEDIOEVO IN VISITA ALLA LIBRERIA "L'UNICORNO" DI ENZO VALENTINI



Sguardo Sul Medioevo mi ha consentito di conoscere grandi professionisti che, col tempo, sono diventati anche grandi amici e sostenitori del mio progetto. Durante questo inizio di agosto non potevo non recarmi mezza giornata nella splendida Tuscania, un gioiello medievale nel cuore della Tuscia a circa venti chilometri dalla splendida Viterbo, città dei Papi. La motivazione della gita non era solamente acquisire qualche fotografia per uno speciale per Sguardo Sul Medioevo ma anche per andare a trovare un vecchio amico: Enzo Valentini che da trent'anni dedica la sua vita alla ricerca sui Cavalieri Templari e le Crociate

La sua libreria "L'Unicorno" è un luogo davvero delizioso; piccola ma ricca di testi molto interessanti orientati principalmente sui Cavalieri Templari ma non vengono disdegnati anche trattati sulla cucina, di calligrafia e di esoterismo nel Medioevo. Dal 1992 Enzo Valentini è proprietario della Casa Editrice Penne e Papiri che ha curato anche testi di grandi esperti del panorama medievale italiano quali, su tutti, Barbara Frale con il suo Respice Arcanum. Segretario della Libera Associazione Ricerca Templari Italiani e Responsabile del giornale Cronache Medievali, Enzo Valentini ha una attività editoriale molto prolifica ed interessante: Sguardo Sul Medioevo si pregia di segnalare il suo "La Storia Segreta dei Templari" edito da Newton & Compton un libro che fa luce sugli aspetti più misteriosi e reconditi del celebre ordine cavalleresco di cui non si finisce mai di parlare.

Un grazie all'amico Enzo che mi ha autografato il suo libro e, di certo, non mancheremo di seguire la sua opera di diffusione della cultura medievale e templare!

Riferimenti

Libreria "L'Unicorno"
Piazza Matteotti 9, Tuscania (VT)

Foto di Emiliano Amici, tutti i diritti riservati


lunedì 1 agosto 2016

SCOPERTA NECROPOLI MEROVINGIA IN FRANCIA

Hanno scoperto una necropoli in Francia con "almeno 600 scheletri" del merovingia

È stata scoperta una necropoli merovingia (V-VIII secolo) con seicento scheletri nella cittadina francese di Monchy-Lagache. I corpi sono stati trovati a circa un metro e mezzo di profondità e, seconto l'INRAP (Institut national de recherches archeologiques preventives) ci si aspetta di trovare 6-800 tombe complete con corredo dato che, per ora, è stato scavato solamente il 12% dell'area prevista. Le tombe sono state trovate intatte e questo esclude qualsiasi tentativo di saccheggio anche perché la profondità della sepoltura è fuori portata per i metal detector. 

A chi appartengono questi corpi? Innanzitutto, data la presenza di bambini, sembra sia una necropoli di un intero villaggio: quattro corpi sono stati prelevati per procedere agli esami di rito mentre i cavi sono stati sospesi fino a fine agosto inizio di settembre quando, probabilmente, altri elementi della necropoli vedranno la luce. La cittadina, di grande importanza nell'epoca gallo-romana, è stata di grande importanza anche durante il medioevo merovingio. Questa scoperta è sicuramente una delle più importanti ed interessanti scoperte archeologiche medievali degli ultimi anni. 

PHOTO: © LE COURRIER PICARD

domenica 31 luglio 2016

GRANDE SUCCESSO PER L'EDIZIONE 2016 DI "LANUVIO MEDIEVALE"



Grande successo per l'edizione 2016 di Lanuvio Medievale, evento culturale organizzato dagli amici di Accademia Medioevo che ha portato la piccola cittadina laziale indietro nel tempo: armi, piante, workshop di calligrafia e la nostra chiromante sono state la cornice adatta all'atmosfera che permeava Lanuvio. Nella mattinata gli ospiti hanno letteralmente assaporato gli antichi mestieri medievali, allenarsi  nella calligrafia medievale, all'utilizzo delle erbe nei cicli dell'anno e non è mancato uno stage di danze medievali e orientali oltre allo studio delle costellazioni e miti.



Dalle 17.30 nel borgo Medievale è stato possibile imparare a costruire bambole di pezza, giocare con antichi giochi di legno ricostruiti fedelmente a mano, stage di scherma medievale e uso della spada, danze orientali e musica medievale in compagnia di un curioso giullare che rallegrava i passanti che, incuriositi, hanno risposto molto bene all'invito degli organizzatori a far parte della serata. Dalle 20 piazza Santa Maria Maggiore ha visto l'arrivo della chiromante mentre a piazza Carlo Fontana ci si fronteggiava a suon di archi e frecce per grandi e piccoli sotto i preziosi consigli del maestro Lauro.



Al termine del torneo di tiro con l'arco, e sotto l'auspicio della zampa di gallina vero e proprio simbolo apotropaico protagonista indiscusso della serata, sono state lanciate dalla Torre di Lanuvio alcune lanterne accompagnate dal suono dei musici che hanno conferito alla serata ancora più magia.



Ancora una volta Accademia Medioevo non si smentisce: costumi riprodotti fedelmente, accampamenti assolutamente in linea con il periodo storico proposto. Gli organizzatori sono sempre stati molto attivi e non hanno mai smesso di animare Lanuvio cercando di coinvolgere, riuscendoci, persone di tutte le età che hanno mostrato grande interesse e partecipazione.



Sguardo Sul Medioevo si vanta di collaborare e di essere amico di Accademia Medioevo: è solo grazie a questi appassionati, "folli", e seri professionisti che il Medioevo rivive nella sua folgorante luce.

sabato 30 luglio 2016

CORCIANO FESTIVAL DAL 6 AL 21 AGOSTO 2016


L’antico borgo di Corciano ospita anche quest’anno il Corciano Festival/Agosto Corcianese, dal 6 al 21 agosto 2016. Giunto alla sua 52° edizione, il Corciano Festival, organizzato dal Comune e dalla ProLoco di Corciano, è da sempre un’interessante, vivace e ricca alchimia di spettacoli e incontri dedicati all’arte visiva, al teatro, alla musica, alla letteratura e alla memoria delle proprie origini.
L’edizione 2016, in occasione dei 500 anni dalla nascita, ruoterà intorno alla figura e alla storia di Ascanio della Corgna.

Da teatro di Maurizio Schmidt con le novelle del Decameron di Boccaccio, alla sezione musica che proporrà concerti di ogni genere tra musica contemporanea, classica e d’autore, tra i quali quelli di Tosca e degli Oblivion; dall’arte visiva interamente dedicata al condottiero Ascanio Della Corgna in tutte le sue sfumature, alla letteratura con interessanti presentazioni e dibattiti sul tema, fino alle affascinanti rievocazioni storiche in costume e divertenti serate enogastronomiche: l’Agosto Corcianese farà vivere al pubblico un’energia culturale offrendo occasioni di incontro, di riscoperta delle eccellenze italiane e del territorio, confermando il suo spirito eclettico e di ampio respiro.
Il Festival si svolgerà tra i palazzi, le opere d’arte e l’intatto tessuto medievale del centro storico di Corciano, un gioiello di storia sopravvissuto al tempo e uno dei Borghi più belli d’Italia, riconosciuto come Destinazione Europea d’Eccellenza.

·ARTI VISIVE / Le Mostre
In occasione delle iniziative culturali per il cinquecentesimo anniversario della nascita di Ascanio Della Corgna -che ha visto e vedrà diversi appuntamenti rievocativi tra 2016 e 2017 in 10 Comuni umbri- il Comune di Corciano, in collaborazione con la Società Bibliografica Toscana,presenta lagrande mostra “Ascanio della Corgna, i turchi e la battaglia di Lepanto”,a cura di Tiziana Biganti e Giovanni Riganelli, che sarà inaugurata il primo giorno del Festival e che rimarrà in esposizione fino al 2 ottobre 2016.
L’esposizione approfondirà sia la storia del condottiero sia le fasi salienti di quel secolo, fino alla battaglia di Lepanto che, di fatto, si colloca come spartiacque nella storia del Mediterraneo di quei tempi. La struttura portante della mostra sarà costituita da alcuni volumi del secolo XVI alternati a documenti d’archivio, dipinti, stendardi, armi e altri cimeli che contribuiranno a delineare la figura di Ascanio che, oltre ad essere un Capitano di ventura, un condottiero e spadaccino imbattuto, fu una delle grandi personalità del Rinascimento un uomo poliedrico che si occupava di arte militare, ma anche di architettura e di letteratura.
A cura di Andrea Baffoni e Francesca Duranti, il Corciano Festival ospita un interessante appuntamento,riservato ai giovani artisti e designer e dedicato al primo marchese della Corgna, con la mostra “Fiero Condottiero:Allegorie tra arte e design su Ascanio della Corgna”.
La mostra, realizzata da giovani artisti e dislocata all’interno degli spazi del centro storico, affronteràil tema del “guerriero”, inteso metaforicamente come spunto per riflettere sulla condizione del ‘fare arte oggi’, o più opportunamente del ‘vivere oggi’.
Nel presentare a Corciano le espressioni contemporanee più attuali, i curatori hanno optato per una visione che abbracciasse la trasversalità dei linguaggi; la mostra Fiero Condottieropresenta dunque vari spunti di riflessione alternando pittura, scultura, installazione, moda e design, fotografia e video-art, nel solco dell’interdisciplinarietà sempre più richiesta nel panorama artistico nazionale e internazionale. Gli artisti protagonisti: Giuliano Andreassi, Federica Braconi, Alessandra Baldoni, Cristiano Carotti, Filippo Fanini, Roberto Ghezzi, Pierre Moretti, Laura Patacchia,Jelena Panjkovic,FriketeTopalli e Skizzo.

ALTRE MOSTRE E INCONTRI CON L’ARTE - Prevista una sezione dedicata agli studenti di fotografia del NID (Nuovo Istituto di Design), che si sono voluti confrontare con questa singolare tematica. E ancora, tra i tanti incontri con l’arte: una visita guidata ai luoghi corgneschi di Corciano nell’età dei Della Corgna e, torna anche quest’anno “L’arte del Porre e del Levare”, la visita tematica ai luoghi d’arte di Corciano; nella Sala del Consiglio Comunale, il Centro Internazionale per la pace fra i popoli presenta 99 opere del maestro Aldo Canzinella mostra “Orme. Eventi nel mondo del III millennio” e la professoressa Annie Regond dell’Università diClermont-Ferrant (Overnie, Francia) presenterà la sua ricerca storica “La Battaglia di Lepanto, una rappresentazione impossibile”.

·MUSICA / I concerti
Tra i protagonisti, il Festival ospita la cantante e attrice Toscache presenterà il 17 agosto il suo “Appunti Musicali dal Mondo”, un concerto elegante e raffinato che farà viaggiare il pubblico in terre lontane e meravigliose grazie alla musica. La serata si svolgerà nella splendida Piazza Coragino e vedrà l’artista accompagnata dalla Corciano Festival Orchestra con la direzione e gli arrangiamenti musicali a cura di Alessandro Celardi.
Lunedì 8 agosto andranno in scena gli Oblivion, il gruppo musicale-teatrale, per una serata all’insegna del musical e del divertimento attraverso mash-up, parodie, duetti impossibili e canzoni strampalate. I cinque musicisti-attori saranno accompagnati dalla Corciano Festival Orchestra diretta dal Maestro Celardi.
Una ‘gloria corcianese’, Cristiano Arcelli, uno dei più interessanti sassofonisti del jazz mondiale, torna nella sua città natale insieme alla cantante di fama internazionale Cristina Zavalloni, affiancati dal contrabbasso di Daniele Mencarelli e dalla batteria di Alessandro Paternesi, con la loro ultima ‘fatica’ discografica “Special Dish”,giovedì 11 agosto.
Nel novero delle celebrazioni dedicate ad Ascanio della Corgna, non mancheranno gli omaggi musicali: il 6 agosto si terrà il concerto/spettacolo inaugurale dedicato agli Intermedii per Musica a Casa Della Corgna, con un’anteprima della commedia “Honesta Schiava” di Girolamo Pico da Sansepolcro.
Domenica 7 agosto il Festival ospita il Quintetto Papageno, un ensemble di fiati che spazia in una letteratura musicale vastissima e dal dialogo stimolante tra musica colta e folklore popolare.
Il 12 agosto la Corciano Festival Orchestra sarà protagonista di un concerto con musiche dall’Archivio del Concorso di Composizione per Banda.
Lunedì 15, spazio ai giovani, sulla strada del successo: con il concerto “ISPIRAMORE” ospite del Festival Giovanni Artegiani -il diciannovenne cantautore umbro vincitore del premio Lucio Dalla 2016- e la sua Band. Il 19 agosto la serata Chaplin e Keaton live,proiezione di corti con esecuzione dal vivo del gruppo Billi Brass Quintet.
Il concerto a chiusura del Festival, domenica 21 agosto,vedrà un’esibizione della Corciano Festival Orchestra con le musiche dei brani vincitori della 30° edizione del Concorso Internazionale di Composizione per Banda:“Echoes of San Marco” del compositore olandese Johan De Meij e “Poirot” dello spagnolo VicenteOrtizCimeno.

·TEATRO / Lo spettacolo teatrale
Tornaa Corciano Farneto Teatro con un progetto di Maurizio Schmidt e Elisabetta Vergani:DECAMERON di Giovanni Boccaccio, dieci novelle di fortuna, amore, ingegno e addirittura di virtù!Con la regia di Maurizio Schmidt e la direzione musicale di Cristiano Arcelli.
IlDecameron fu la prima opera scritta in una lingua moderna a suscitare un immediato entusiasmo universale: si rivolgeva alle donne e la cultura che rappresentava era cosmopolita e pacifica e i protagonisti delle novelle non erano eroi idealizzati, ma uomini in carne ed ossa, indaffarati nella quotidiana commedia umana, dediti alle più alte virtù come alle più sfrenate passioni. Era scritta in volgare, nella lingua di tutti, e si è dimostrata "contemporanea" in tutte le epoche perchècapace di parlare agli uomini di tutti i tempi: da Shakespeare a Pasolini è un’opera generatrice di altre opere. Le cento novelle del Boccaccio, non sono opera di un uomo solo, ma di un intero popolo, il riaffioramento -sintetizzato da un genio- di un fiume di antichissima cultura diffusa per via orale e dal Decameron stesso rinvigorita, tanto da essere in parte viva ancora oggi.
Lo spettacolo andrà in scena giovedì 18, venerdì 19 e sabato 20 agosto alle ore 21.30 al Giardino dell’Asilo Comunale di Corciano.

·LETTERATURA / Le presentazione di libri
La sezione dedicata alla letteratura presenterà incontri con autori, letture e un’interessante discussione sulla nuova narrativa locale.
A cura del giornalista e scrittore Giovanni Dozzini, tre incontri letterari dal 17 al 19 agosto: il primo incontro ospitala presentazione del suo ultimo libro“La scelta” (Ed. Nutrimenti), un coinvolgente romanzo storico, dall'andamento epico dalla trama corale di umanità ed eroismo, ispirato a un fatto realmente accaduto, ma sconosciuto fuori dai confini locali.
Giovedì 18 un importante dibattito sullo stato della nuova narrativa umbra dal titolo Qui non c'è il mare: negli ultimi anni numerosi scrittori nati in Umbria dopo il 1970 si stanno affermando sul mercato editoriale nazionale, segnalandosi all'attenzione della critica e il Corciano Festival metterà a confronto alcuni dei più significativi di loro, nel tentativo di indagare ragioni e implicazioni della loro fortuna. A dibattito: Gianni Agostinelli (Ed. Del Vecchio), Giovanni Dozzini (Ed. Nutrimenti), Matteo Pascoletti (Ed. effequ), Sergio Rossi (Ed. Feltrinelli) e Caterina Venturini (Ed. Rizzoli).
Il terzo incontrovedrà la presentazione del romanzo "I pesci devono nuotare" (Ed. Rizzoli) dello scrittore e giornalista del Corriere della SeraPaolo Di Stefano.Il libro racconta la storia vera di Selim, un ragazzino egiziano che scappa dalla miseria e attraversa il deserto, la Libia e il Mar Mediterraneo per sbarcare in Italia; il suo sogno è riscattare la propria infanzia, parlare l’italiano meglio degli italiani, costruirsi un futuro... Di Stefano, con questa storia ci trasporta lontano, in un viaggio sorprendente, raccontando i sentimenti, le scoperte e le emozioni di chi sta dall’altra parte di quel muro.
Ma non solo… Tra i tanti incontri, il Festival ospita la presentazione de libro “L’amore ritrovato”, tratto dal carteggio tra Isabella de’ Medici e Paolo Giordano Orsini, a cura del Festival delle Corrispondenze di Monte del Lago; un incontro per presentare l’opera prima del perugino Mirco Bonucci“One man band” (Ed. Futura); il libro di Luciano Taborch i“Marco Antonio Bonciari e il suo tempo. Il figlio dell’umile ciabattino di Antria nei fasti del tardo Rinascimento” (Ed. della Soprintendenza Archivistica Dell’Umbria e delle Marche).

·RIEVOCAZIONI STORICHE / La memoria delle origini
Il Festival come ogni anno proporrà le rievocazioni storiche tra Medioevo e Rinascimento, manifestazioni in costume del ‘400 che, oltre a un valore folkloristico, hanno lo scopo di ripresentare la vita di un castello medievale e di alcune sue manifestazioni religiose.
13 agosto - Serenate dei Menestrelli. I Menestrelli di Corciano con dolci serenate per le vie del centro storico sotto finestre e balconi per poi ritrovarsi tutti in piazza a festeggiare al suono di cornamuse e tamburelli danzando e cantando in una suggestiva atmosfera rinascimentale. Direttore, Giovanni Brugnami.
14 agosto - Processione del lume. Dalle sedi delle Arti e Mestieri a piazza Coragino dono del cero da parte della Magistratura corcianese alla Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta secondo quanto stabilito dall’antico Statuto di Corciano.
Clero, valletti, magistrati, corporazioni delle arti e dei Mestieri, tamburini e popolani sfilano per le vie dell’antico borgo al canto di laudi medievali e orazioni latine Lettura di antiche preghiere tratte dal “Conto di Corciano e di Perugia”. Direzione del coro Antonietta Battistoni.
15 agosto - Corteo storico del Gonfalone. Questa iniziativa deriva dalla tradizione popolare di portare in processione il Gonfalone della città in particolari occasioni e per dimostrare riconoscenza, fede e per impetrare la protezione divina. Il 15 agosto oltre 300 figuranti sfilano dal convento di Sant’Agostino alla Piazza Coragino portando in processione solenne la riproduzione del Gonfalone di Benedetto Bonfigli (1472). Tutta la comunità partecipa a questa processione che ogni anno, dal 1969, viene riproposta con sempre migliori costumi ed arredi e che, come le altre iniziative storiche, mantiene viva la tradizione.

Infine la“Taverna”, spettacolo fra gli spettacoli, anche quest’anno accoglierà gli ospiti con qualche novità, offrendo le eccellenze del territorio, i presidi Slow Food dell’Umbria e preparazioni tradizionali in sintonia con l’evento in calendario per la serata.

La manifestazione è patrocinata dalla Regione Umbria ed è sostenuta dal BCC Umbria - Credito Cooperativo.

Informazioni al pubblico
Comune di Corciano Tel. 075/5188255 e 075/5188260
Associazione Turistica Pro Loco Corciano

martedì 26 luglio 2016

XXI FESTE MEDIEVALI MITI E LEGGENDE - 7/15 AGOSTO CASTELLO NORMANNO DI MOTTA SANT'ANASTASIA


XXI edizione delle Feste Medievali proposte dall'Associazione Casa Normanna del Rione Vecchia Matrice. Per un'intera settimana, il borgo antico di Motta Sant'Anastasia torna a rivivere l'atmosfera del passato. Ci s'imbatte in giullari, armigeri, dame e cavalieri, dimenticandoci del presente,si sogna e ci si diverte, riscoprendo l'incanto del teatro di strada. Durante tutte le serate, dal 7 al 15 agosto, sarà possibile incontrare artisti di strada, sbandieratori, musici e tanto altro... Le cucine dell'associazione proporranno un'assortita varietà di zuppe e pietanze arabo-andaluse, come la Harira e il Cous-Cous; non mancheranno gli arrosti, i dolci e, per finire, un salto alla Taberna con vino, Hyppocrassum e giochi.

PROGRAMMA

Dall'7 al 15 agosto 2016
ore 20,30 Bando di apertura
dalle ore 21,00 Alternarsi di compagnie di artisti di strada:

“I° Torneo dei Fanti” 7 e 8 AGOSTO – PIAZZA CASTELLO
Futhark(Medieval band) – Milano
Li Nadari (Giullari e giocoleria) - Parma
Danze medievali ed orientali - Associazione Casa Normanna
Sbandieratori & Musici - Associazione Casa Normanna
Compagnia dei Barda - Associazione Casa Normanna
Per il ciclo "Miti e Leggende"

"Tra focu e mari" 9 – 11 – 13 – 15 AGOSTO – PIAZZA CASTELLO
Spettacolo di danza e fuoco liberamente tratto dalla leggenda popolare di Colapesce.

CENA A CORTE previa prenotazione
8 – 10 – 12 – 13 AGOSTO
Con la Cena a Corte s'intende ricreare quei banchetti fastosi, allietati da musicanti in costume, danzatrici e
giullari, tutto alla presenza di personaggi illustri. Un modo insolito di fare storia attraverso il gusto e la tradizione. Per info e Prenotazioni Cena a Corte:

+39 320 8138141 info@casanormanna.it

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...