Pagine

sabato 15 novembre 2014

RICETTA PER LA DIRIOLA MEDIEVALE


La Diriola era un dolce nuziale particolarmente apprezzato nella pasticceria francese anche se l'unico a conoscere bene questo dolce è il solito Maestro Martino. Sembra, infatti che l'unica ed incomprensibile ricetta si trovi in un libro francese, il Viandier di Taillevent (fonte: cucinamedievale.it). Passiamo ora alla preparazione di questo dolce particolare tutt'altro che semplice.

Ingredienti

Per la pasta brisée
- 200 gr di farina;
- 100 gr di burro (o di olio);
- 1/2 tazza di acqua fredda (o anche acqua e vino bianco);
- la buccia grattugiata di 1 limone;
- un pizzico di sale.

Per il ripieno

- 75 cl di latte fresco;
- 6 rossi d’uovo;
- 150 gr di zucchero;
- 1 cucchiaio di cannella in polvere (da macinare);
- acqua di rose (quella utilizzabile in cucina)

Ora...l'acqua di rose forse la riuscirete a trovare in qualche erboristeria ben fornita ma nel caso non riusciste a trovarla, non disperate...esiste sempre il vecchio e caro fai da te: basta prendere alcuni petali di rose, tenerli chiusi in un barattolo e cuocerli a bagno maria per un'oretta circa per poi filtrare quando il liquido si è raffreddato. Superato il primo ostacolo, procediamo per gradi! Prepariamo la pasta brisee mescolando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un bell'impasto liscio che avremo cura di coprire con un panno o pellicola per poi riporlo in frigorifero (mi direte...il frigorifero non esisteva nel medioevo...è vero...ma se proprio vogliamo scendere nelle atmosfere medievali mettiamo il composto in una bella cantina umida) per qualche ora. Se Usiamo l'olio mettiamo una scorza di limone idem se pensiamo di usare il burro, ne alleggerisce il sapore. Stendiamo la pasta ottenuta in una teglie e poniamola a 180° in forno coprendo la pasta con dei "pesi" (come ad esempio dei fagioli secchi) per evitare che l'impasto possa alzarsi. Tenere nel forno per venti minuti. In questo frangente di tempo montiamo tuorli e zucchero per ottenere una spuma molto consistente per poi incorporare anche il latte e la cannella. Versiamo il tutto nella teglia con la pasta e inforniamo per un'ora alla temperatura solita di 180°. Quando il composto risulta simile ad un budino, vuol dire che la nostra Diriola è ormai pronta. Sforniamola e bagniamola leggermente con alcune gocce di acqua di rose. 

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...