Pagine

giovedì 5 giugno 2014

LA LEGGENDARIA CAVALCATA DI LADY GODIVA


Lady Godiva nacque nell'anno 990 fu una nobildonna anglosassone moglie di Leofrico, conte di Coventry, in Inghilterra. Su questa figura aleggia una leggenda che racconta di una sua cavalcata totalmente nuda per Coventry per ottenere l'eliminazione di una tassa imposta dal marito. Il significato di Godgifu (versione anglosassone del latinizzato Godiva) significa regalo di Dio. Secondo il "liber Ellenis" opera di un monaco di Ely, Lady Godiva era vedova al momento del matrimonio. Nell'Anno del Signore 1043, Leofrico fondò il monastero di Coventry sembrerebbe grazie alla forza persuasiva che la giovane e bella donna aveva su suo marito particolarmente generoso con le comunità religiose: a testimonianza di ciò nel 1050 Leofrico viene menzionato in un documento che rappresentava una donazione di terreni fatta al monastro di Santa Maria della città di Worcester unitamente ad altri monasteri come Leonminster, Chester, Evesham. Morto suo marito, Godiva continuò a vivere nella sua contea fino alla conquista da parte dei normanni e sembrerebbe essere stata l'unica donna a rimanere proprietaria di terreni anche dopo fino all'anno 1086, anno in cui morì. Come abbiamo detto all'inizio, Godiva era particolarmente vicino alla popolazione, totalmente vessata dalle tasse imposte al suo consorte e nonostante avesse chiesto più volte di alleggerire il "carico fiscale" il marito si mostrò intransigente. Leofrico subì pressanti richieste dalla moglie e decise di acconsentire all'abrogazione dell'odiosa tasso se avesse cavalcato nuda per le vie di Coventry. Godiva acconsentì e dopo essersi assicurata, tramite proclama pubblico, che tutti i cittadini tenessero ben chiuse le finestre, iniziò la sua leggendaria cavalcata. Solo una persona osò andare contro il proclama di Leofrico, tal Peeping Tom: egli fece un piccolo foro nella persiana in modo da poter osservare deliziato la bellezza della donna ma rimase cieco. Leofrico mantenne la promessa ed abolì le tasse più pesanti. Secondo la Flores Historiarum di Roger di Wendover In realtà vi è un'altra leggenda che racconta la cavalcata della bella Godiva nel mercato cittadino scortata solamente da due cavalieri. La storia di Godiva e di Peeping Tom comparve solamente nel XVII secolo quando ai penitenti era imposta una processione pubblica vestiti solamente di slip bianco e quindi si pensa che Godiva attraversò la città come penitente. Godiva aveva lunghi capelli ricci rossi che nascosero le proprie nudità, ma ciò sarebbe una aggiunta di qualche anno successivo; altri elementi della storia riconducono alla mitologia di Diana ed Atteone.

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...