Pagine

mercoledì 11 giugno 2014

IL SALTERIO CHIUDOV

Il Salterio Chiudov è un salterio miniato che risale alla metà del secolo IX e costituisce,un'interessantissima testimonianza dell'arte bizantina durante il periodo che passò alla storia come iconoclastia, ossia la distruzione di tutte le immagini sacre. Si dice che le miniature fossero state dipinte di nascosto in quanto rappresentavano probabilmente i più importanti esponenti della furia iconoclasta. L'opera consta di 169 fogli i cui margini sono ricoperti da illustrazione. Il carattere è un onciale anche se i testi sarebbero stati riscritti solo tre secoli dopo. L'opera ha il Libro dei Salmi nella Septuaginta (versione della Bibbia in greco che costituisce la versione liturgica dell'AT per le chiese ortodosse di tradizione greca) e il responsorio da catare. Lo storico russo Kondakova ritiene che l'opera sia stata redatta nel Monastero di Studio di Costantinopoli; altri affermano sia nato sullo scriptorium imperiale dopo l'843 (anno in cui la furia iconoclasta smise di esistere). Fino al 1847, il Salterio è stato conservato sul Monte Athos, fu acquistato da Chiudov da cui ne prese il nome.

Altri articoli interessanti sull'Iconoclastia


Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...