Pagine

martedì 14 ottobre 2014

RECENSIONE DEL LIBRO "MEDIOEVO SEGRETO" DI ELENA PERCIVALDI

Tante volte abbiamo sentito dire che il Medioevo è stata un' età oscura un periodo dove la superstizione la faceva da padrona e, cosa ben peggiore, un periodo in cui la società stava arretrando culturalmente. Questo perchè siamo figli di quell'Illuminismo che ha avuto, se non altro, il merito di portare razionalità e conoscenza al un livello superiore pur gettando fango su un periodo che, in un certo senso, fu il preludio a quella corrente filosofica, scientifica, letteraria e politica che ha pervaso l'Europa alla fine del XVIII secolo. Già Giuseppe Sergi, con la sua opera "L' idea di Medioevo. Fra storia e senso comune" affermò che definire il medioevo come un'epoca buia era un grossolano errore storico e culturale dato che proprio nel Medioevo le arti, le tecniche di commercio ed agricole, per non parlare degli incredibili cambiamenti politici hanno avuto un rapido sviluppo di cui ancora oggi, ne subiamo positivamente le influenze.Partendo da questo presupposto Elena Percivaldi cerca in maniera molto più dettagliata dell'opera, comunque eccelsa di Giuseppe Sergi, di far luce sul Medioevo. Non è il classico saggio storico in cui si parla di battaglie, conflitti tra papa ed imperatore ma è uno scritto che coglie aspetti unici ed interessanti del Medioevo: da come si mangiava, al letto coniugale, alla sepoltura e a come si impegnava il tempo libero. Come ho avuto modo di dire all'autrice in persona durante un incontro a fine giugno, il testo dovrebbe essere messo come approfondimento nelle scuole di ogni ordine e grado infatti è molto facile, mentre si legge, prendere una matita, temperarla e scarabocchiare qualche appunto su un quadernino quasi come si fa se ci si dovesse preparare per un'esame o un'interrogazione. E questo è il grandissimo merito dell'autrice che ha l'innata capacità di non aiutare il lettore e proprio per questo è un testo adatto sia a chi si occupa di Medioevo per passione sia a chi del Medioevo sa poco o nulla. 




Elena Percivaldi è scrittrice, storica, saggista, critica d'arte e musicale. 

Le opere

1999: Le genti bergamasche e le loro terre co-autrice con Ettore Adalberto Albertoni e Romano Bracalini, ISBN 88-86733-04-6
2003: I Celti. Una civiltà europea (Giunti, Firenze) ISBN 88-09-03140-7,
Los Celtas edizione spagnola, Ed. Susaeta, Madrid, ISBN 84-305-4574-3,
Das Reich der Kelten edizione tedesca, Tosa Verlag, Vienna, ISBN 3-85003-033-4,
2005: I Celti. Un popolo e una civiltà d'Europa (Giunti, Firenze) ISBN 88-09-04435-5
2006: Gli Ogam. Antico alfabeto dei Celti (Keltia, Aosta) ISBN 88-7392-019-5
2008: La Navigazione di San Brandano Traduzione dal latino (con testo a fronte), introduzione, note e commento a cura di Elena Percivaldi. Prefazione di Franco Cardini (Il Cerchio, Rimini). ISBN 88-8474-178-5
2009: I Lombardi che fecero l'impresa. La Lega Lombarda e il Barbarossa tra storia e leggenda (Ancora, Milano). ISBN 88-514-0647-2
2011: Il Seprio nel Medioevo. Longobardi nella Lombardia settentrionale (secc. VI-XIII) [ a cura di] (Il Cerchio, Rimini). ISBN 88-514-0647-2
2012: Fu vero Editto? Costantino e il cristianesimo tra storia e leggenda? (Ancora, Milano). ISBN 978-88-514-1062-9
2013: La vita segreta del Medioevo (Newton Compton, Roma). ISBN 978-88-541-5053-9
2013: IN HOC SIGNO VINCES. L'eredità culturale e spirituale della "Rivoluzione Costantiniana" (313 - 2013 d.C.). Catalogo della mostra di Verona. Testi di Elena Percivaldi, Franco Cardini, Leonardo Sernagiotto (Il Cerchio, Rimini). ISBN 978-88-8474-380-0

Voto 5/5 - Altamente consigliato

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...