Pagine

giovedì 16 maggio 2013

CANTI FRANCESCANI - TESTI

Canto della Creazione

Rit: Laudato Signore mio,
Laudato Signore mio,
Laudato Signore mio,
Laudato Signore mio,

1-Per il sole d'ogni giorno
che riscalda e dona vita;
egli illumina il cammino
di chi cerca te, Signore.
Per la luna e per le stelle,
io le sento mie sorelle;
le hai formate su nel cielo
e le doni a chi è nel buio. Rit.

2-Per la nostra madre terra
che ci dona fiori ed erba;
su di lei noi fatichiamo
per il pane d'ogni giorno
per chi soffre con coraggio
perdona nel tuo amore:
tu gli dai la pace tua
a1la sera della vita. Rit.

3-Per la morte che é di tutti,
io la sento ogni istante;
ma se vivo nel tuo amore
dona un senso alla mia vita.
Per l'amore che è nel mondo
tra la donna e l'uomo suo;
Per la vita dei bambini
che il mio mondo fanno nuovo. Rit.

4-Io ti canto, mio Signore
con me la creazione
ti ringrazia umilmente
perché tu sei il Signore. Rit.

---

Dolce sentire

1. Dolce sentire come nel mio cuore
ora umilmente sta nascendo amore
Dolce capire che non son più solo,
che generosa risplende intorno a me:
dono di lui, del suo immenso amor. (2 v.)

2.Ci ha dato il cielo e le chiare stelle,
fratello sole e sorella luna,
la madre terra con frutti, prati e fiori,
il fuoco, il vento, l' aria e l' acqua pura,
fonte di vita per le sue creature:

3. Sia laudato nostro Signore,
che ha creato l'universo intero
Sia laudato nostro Signore,
noi tutti siamo sue creature:
dono di lui, del suo immenso amor
Beato chi lo serve in umiltà.

---

Forza venite Gente

Forza venite gente che in piazza si va
un grande spettacolo c'é
Francesco al padre la roba ridà
"Rendimi tutti i soldi che hai"
Eccoli i tuoi soldi, tieni padre, sono tuoi,
eccoti la giubba di velluto, se la vuoi,
non mi serve nulla, con un saio me ne andrò
eccoti le scarpe, solo i piedi mi terrò
Butto via il passato, il nome che mi hai dato tu
nudo come un verme, non ti devo niente più.
Non avrà più casa, più famiglia non avrà
Ora avrò soltanto un padre che si chiama Dio

Forza venite gente
"Figlio degenerato che sei!"
Non avrai più casa, più famiglia non avrai
non sai più chi eri, ma sai quello che sarai...
Figlio della strada, vagabondo, sono io
col destino in tasca ora il mondo é tutto mio
ora sarò un uomo, perchè libero sarò,
ora sono ricco, perché niente più vorrò,
Nella sua bisaccia pane e fame e poesia...
Fiori di speranza segneranno la mia via...
Forza venite gente, che in piazza si va
un grande spettacolo c'é,
Francesco ha scelto la sua libertà,
"Figlio degenerato che sei!"
"Figlio degenerato che sei!"

---

Laudato sii Signore

1.Laudato sii, o Signore
per frate sole, sora luna,
frate vento, il cielo, e le stelle,
per sora acqua, frate focu

Rit. Laudato sii, Signore,
per la terra e le tue creature (2 v.)

2. Laudato sii, Signore,
quello che porta la tua pace
e saprà perdonare,
per il Tuo amore sapra amare

3. Laudato sii, Signore,
per sora morte corporale
dalla quale omo vivente
non potrà mai scampare

4. Laudate e benedite,
ringraziate e servite
il Signore con umiltate,
ringraziate e servite

---

Ogni uomo semplice

1. Ogni uomo semplice,
porta in cuore un sogno,
con amore ed umiltà
potrà costruirlo
Se con fede tu saprai
vivere umilmente,
più felice tu sarai
anche senza niente
Se vorrai ogni giorno,
con il tuo sudore
una pietra dopo l'altra
alto arriverai

2. Nella vita semplice
troverai la strada
che la calma donerà
al tuo cuore puro
sono quelle che alla fine
sono le più grandi
Dài e dài ogni giorno
con il tuo sudore
una pietra dopo l' altra alto arriverai

---

Perfetta Letizia

Frate Leone, agnello del Signore,
per quanto possa un frate sull'acqua camminare,
sanare gli ammalati o vincere ogni male;
o far vedere i ciechi e i morti camminare...
Frate Leone, pecorella del Signore,
per quanto possa un santo frate
parlare ai pesci e agli animali
e possa ammansire i lupi e farli amici come cani;
per quanto possa lui svelare che cosa ci sarà il domani...
Tu scrivi che questa non é:
perfetta letizia, perfetta letizia, perfetta letizia ah,ah.

Frate Leone, agnello del Signore,
per quanto possa un frate parlare tanto bene
da far capire i sordi e convertire i ladri,
per quanto anche all'inferno possa far cristiani,
Scrivi che questa non é:
perfetta letizia, perfetta letizia, perfetta letizia ah, ah.
Se in mezzo a frate inverno, tra neve, freddo e vento,
stasera arriveremo a casa e busseremo giù al portone
bagnati, stanchi ed affamati,
ci scambieranno per due ladri, ci scacceranno come cani,
ci prenderanno a bastonate e al freddo toccherà aspettare
con sora notte e sora fame,
e se sapremo pazientare, bagnati, stanchi e bastonati
tu scrivi che questa é:
perfetta letizia, perfetta letizia, perfetta letizia, perfetta letizia

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...