Pagine

giovedì 12 dicembre 2013

BRODETTO DI CAPPONE

Non si tratta di una minestra ma di una tecnica di cottura. In questa ricetta tutti gli ingredienti vanno cotti separatamente. Si pulisce il cappone e lo si cuoce in due bottiglie di vino rosso mischiato a mezzo litro di acqua. Salare e portare a ebollizione e schiumare. Ridurre la fiamma al minimo, appena levato il bollore, e cuocere dai 30 ai 45 minuti se è pollo, di più se è cappone. Lo si scola e lo si taglia a pezzi, togliendo un petto e il fegato che vanno frullati insieme a 100 gr. di mandorle sbucciate. Stemperare il frullato con l’acqua di cottura fino a ottenere un liquido denso e farlo bollire per amalgamarlo ulteriormente. A parte frullate un quarto di cucchiaino di zenzero, altrettanto di cannella, un pizzico di chiodi di garofano e di malaga in polvere, un quarto di grappolo di pepe lungo e 4 o 5 chicchi di malagueta, il tutto mischiato in 7 cl di buon aceto. Quando la crema del petto e del fegato sono pronte aggiungere questa miscela di spezie e riportare a ebollizione. Aggiustare il condimento anche di sale. Rosolare nello strutto i pezzi di pollo, scolarli sulla carta da cucina e servirli ricoperti della salsa ottenuta precedentemente. È possibile sostituire il cappone con un pollo ruspante, ma in questo caso la cottura della carne richiederà circa 30-40 minuti.

Fonte: Medioevo.it

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...