Pagine

martedì 9 settembre 2014

LA PRIMA GUERRA DI INDIPENDENZA SCOZZESE

Nel 1286 morì Alessandro III di Scozia e lasciò Margherita di Scozia, sua nipote di quattro anni, come unica erede. Nell'anno 1290 i Guardiani di Scozia firmarono il Trattato di Birgham con cui accettarono l'unione tra Margherita ed Edoardo di Carnarvon, figlio di Edoardo I prozio della giovane donna: questa doveva essere una unione atta a rinsaldare l'unione tra Scozia ed Inghilterra. Purtroppo la Pulzella di Norvegia, così era soprannominata Margareth, morì nel 1290 appena arrivata alle Orcadi e questo aprì la strada alla successione che ebbe ben quattordici aspiranti tra cui Robert Bruce e John Balliol; per evitare una pesante guerra civile tra le due gamiglie, i Guardiani di Scozia chiesero aiuto a Edoardo I d'Inghilterra nominandolo "arbitro" della disputa. Edoardo accettò ed incontrò i due "belligeranti" nel 1291 presso Norham ma, prima l'incontro iniziasse, Edoardo chiese di essere conosciuto Lord Supremo richiesta che fu accettata nonostante qualche mal di pancia di troppo...anche perchè non potevano fare altrimenti...non c'era un Re e non c'era un esercito, un rifiuto voleva dire occupazione e guerra. L'11 giugno, la situazione inizia a sfuggire di mano: Edoardo I ordinò di porre tutti i castelli reali scozzesi sotto la propria egida obbligando ogni funzionario a licenziarsi per poi essere assunto dal re stesso e, come se non bastasse, fu obbligato a tutti i sudditi il giuramento di Fedeltà al re entro il 27 luglio del 1291. Ben tredici incontri furono organizzati dai pretendenti al Trono di Scozia e solamente Balliol, Bruce, Fiorenzo V d'Olanda e Giovanni di Hastings di Abergavenny, 2º Barone Hastings rappresentarono la "rosa" dei candidati da cui sarebbe stato eletto il nuovo re. Il 3 agosto Edoardo impose a Bruce e Balliol la scelta di quaranta arbitri e gli altri ventiquattro furono scelti dal re in persona. Il 17 novembre dell'Anno Domini 1292 Balliol divenne Re di Scozia e fu incoronato il 3 novembre presso l'Abbazia di Scone. Edoardo fece intuire che considerava la Scozia come uno stato vassallo e questo indebolì Balliol che subiva le pressioni dalla fazione vicina a Bruce. Le pretese di Edoardo arrivarono all'apice quando chiese fondi e truppe per la sua invasione della Francia entro il primo settembre del 1294. Balliol tornò in Scozia e furono tracciate le linee di condotta per sfidare Edoardo I e i suoi ordini: furono inviati emissari in Francia dal Re Filippo il Bello con l'intento di avvertire i francesi delle intenzioni inglesi e negoziarono un accordo secondo cui la Scozia avrebbe attaccato l'Inghilterra se Edoardo I avesse attaccato Filippo e per suggellare l'accordo fu organizzato il matrimonio tra il figlio di Balliol, Edward e Jeanne de Valois nipote di Filippo. Inoltre con Eirik II di Norvegia fu stipulato un accordo che prevedeva la concessione della somma di 50 mila groats, cento navi per quattro mesi l'anno fino al termine dell'eventuale conflitto tra Inghilterra e Francia. Nel 1295 Edoardo venne a conoscenza dell'accordo tra Scozia e Francia (rinnovato fino al 1560 e passato alla storia come Auld Alliance) e decise di rafforzare i propri confini; intanto Robert Bruce, padre del futuro Re Robert fu nominato da Edoardo governatore dell'importante castello di Carlisle ordinando al re di Scozia Balliol la cessione di Berwick, Jedburg e Roxburg. Ormai la guerra era vicinissima e a dicembre dell'anno 1295 Edoardo convocò a Newcastle circa duecento vassalli per formare una milizia mentre Balliol chiamò alle armi il popolo scozzese che si sarebbe dovuto riunire l'11 marzo 1296 presso Caddonlee. Ormai spiravano venti di guerra...

La Prima Guerra possiamo dividerla in quattro fasi distinte:

- L'invasione iniziale del 1296 e le vittorie inglesi
- Le campagne di Wallace fino alla firma della sottomissione nel 1304
- Campagne di Robert Bruce fino alla vittoria di Bannockburn

Fu Edoardo ad iniziare le ostilità con il saccheggio di Berwick nel mese di marzo del 1296 seguito dalla sconfitta della Scozia a Dunbar e alla conseguente abdicazione di Balliol nel mese di luglio. Come segno di vittoria, Edoardo portò via la Pietra di Scone dall'Abbazia portandola a Westminster. Edoardo convocò il parlamento a Berwick e mentre il re era convinto che ormai la Scozia era nelle sue mani, il tutto il paese iniziarono una serie di rivolte guidate da Wallace e de Moray che obbligarono il re d'Inghilterra ad una "escalation" militare molto pesante che tuttavia non evitò agli inglesi una pesante sconfitta a Stirling Bridge. Di tutta risposta, Edoardo sconfisse gli avversari a Falkirk per poi ritornare in patria con la chiara consapevolezza di non aver sottomesso la Scozia come era nelle sue intenzioni.
A Wallace succedettero Robert I e Comyn come guardiani unitamente a William Lamberton, vescovo, con l'obiettivo di essere arbitro tra i due. Nel 1299 Edoardo fu convinto da Parigi e da Roma ad affidare Re Giovanni al Papa e Wallace andò in Francia per trovare appoggio di Filippo IV. Tra il 1303 e il 1304 cadde l'importante baluardo scozzese rappresentato del Castello di Stirling che cadde in mano degli inglesi obbligando i nobili rimasti a prestare omaggio ad Edoardo. Bruce e Lamberton strinsero una alleanza segreta con lo scopo di mettere proprio Bruce sul trono e continuare la guerra. Dopo la morte di Wallace la Scozia ormai sembrava andare definitivamente nelle mani inglesi ma nel 1306 Bruce uccise Comyn che spifferò ad Edoardo I i veri piani di Bruce. un emissario che portava messaggi da Comyn ad Edoardo fu catturato e Bruce convocò convocò urgentemente i prelati e nobili che lo sostenevano per farsi incoronare Re della Scozia a Scone iniziando una nuova campagna per liberare il regno. Sconfitto in battaglia, fu cacciato ma nel 1307 riuscì a riunire attorno a se l'esercito e nel luglio dello stesso anno l'esercito scozzese sconfisse gli inglesi a Bannockburn nell'anno 1314 sancendo una fondamentale vittoria per gli scozzesi. Nell'anno 1320 fu dichiarata l'indipendenza scozzese con la Dichiarazione di Arboath che fu inviata al papa. Sette anni dopo Edoardo II fu ucciso e l'invasione di Robert Bruce all'Inghilterra del Nord portò alla firma del trattato di Edimburgo-Northampton firmato il 1 maggio 1328 con cui si riconosceva l'Indipendenza della Scozia e Bruce come re e, per sugellare il patto, David, figlio di bruce, sposò la sorella del re Edoardo III.

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...