Pagine

giovedì 20 settembre 2012

PORTUS VENERIS UN SALTO NEL MEDIOEVO

Dici festa medievale e pensi a Filetto, Gragnola, Pontremoli. Alla Lunigiana, insomma, dove da anni i più bei borghi dell'entroterra ligure e toscano si vestono agghindano a guisa di centri abitati di un passato assai lontano. Questa volta, invece, la rievocazione delle vicende del medioevo sarà sulle sponde del mare, a Porto Venere, una delle due roccaforti che all'epoca delle Repubbliche marinare spezzavano in due il golfo. Da una parte Genova, dall'altra, a Lerici, c'era invece Pisa. Ebbene, Porto Venere, sabato e domenica si ritufferà nel 1494, quando il dominio genovese sui lidi spezzini era ormai totale. Nel fine settimana del 22 e 23 settembre il borgo vivrà la rievocazione del matrimonio del comandante delle truppe portoveneresi Giacomo Balbo e della successiva invasione aragonese. Così, nel giro di poche settimane, Porto Venere si propone per la seconda alle genti della provincia con un grande evento di festa e di richiamo. E per la seconda volta l'idea e l'organizzazione vengono dal basso, ovvero dai commercianti e dai ristoratori, solitamente troppo presi dalla frenesia estiva per fare squadra e mettere in piedi qualcosa che ravvivi le serate estive (o di fine estate, come in questo caso). Deus ex machina della manifestazione è Greta Filippini, del bar 'Il naviglio'. "L'idea è venuta a mia sorella - ammette -, appassionata di feste medievali. Un giorno ha detto: 'Perché non farne una da noi? Porto Venere si presta benissimo e di feste in paese se ne fanno davvero poche'. Così ci siamo messe in contatto con i musici e gli sbandieratori 'Auree fenici di Pontremoli' che ci hanno risposto con entusiasmo. Da lì ha preso il via l'organizzazione della manifestazione".
Era fine luglio, tutto è stato fatto a tempo di record. Sentiti i colleghi commercianti e ristoratori di Porto Venere, che hanno aderito in maggioranza all'iniziativa (anche se, al solito, non è mancato qualche scettico), Greta si è buttata anima e corpo nella preparazione dell'evento. Mercato medievale e stand gastronomici tipici, spettacoli di sbandieratori, musici, giullari e saltimbanchi, combattimenti di scherma medievale, tiro con l'arco anche per bambini e falconeria, tutto questo e molto altro. "Ci siamo dati molto da fare - spiega Greta - di solito per questo tipo di eventi ci vogliono sei mesi. Per noi è la prima volta, vedremo come verrà, ma sono convinta che saranno due giorni molto belli". E anche le previsioni meteo, questa volta, sembrano dare una mano. Ecco, di seguito, il programma completo di 'Portus Veneris':

Sabato 22 settembre


16.00 - Apertura de lo mercato medievale cum rievocazione de le antiche corporazioni de arti et mestieri.
16.30 - Apertura de lo accampamento medievale tra arcieri, guerrieri et falconieri et esibizione de li tamburi Burgo Turris.
17.00 - Torneo di scrima medievale cum li guerrieri de la Vergine di Ferro et le compagnie d’arme presenti.
17.30 - Dimostrazioni di tiro con l’arco cum li Arcieri de lo Spino Fiorito.
18.00 - Esibizione de li Sbandieratori et Musici Città di Levanto.
18.30 - Spettacoli itineranti per le vie de lo borgo con lo Giullare Senza Radici et lo Mago Marino.
19.00 - Hostarie ne lo Borgo et Calata per lo rifocillo de li viandanti.
19.30 - Esibizione de li Sbandieratori et Musici “Auree Fenici”.
20.30 - Corteo storico de lo Capitano infra lo popolo.
21.00 - Torneo in onore de lo Capitano Disfida de li Arcieri cum spettacoli di giocoleria, de falconeria, trampolieri et spettacoli de bandiera cum le Auree Fenici da Pontremoli et li sbandieratori de Levanto.
23.00 - Spettacolo de foco cum le Auree Fenici da Pontremoli.

Domenica 23 settembre


10.30 - Apertura de lo mercato medievale cum rievocazione de le antiche corporazioni de arti et mestieri.
10.30 - Corteo storico per la S.Messa ne la chiesa de San Pietro.
11.30 - Apertura de lo accampamento medievale tra arcieri, guerrieri et falconieri.
12.00 - Spettacoli itineranti per le vie de lo borgo con lo Giullare Senza Radici et lo Mago Marino.
12.00 - Hostarie ne lo Borgo et Calata per lo rifocillo de li viandanti.
15.00 - Lezioni de tiro con l’arco cum li Arcieri dello Spino Fiorito et a seguire spettacoli de falconeria.
16.00 - Combattimenti liberi cum li guerrieri de la Vergine di Ferro et le compagnie d’arme presenti.
17.00 - Spettacoli de Falconeria con li falconieri de Massa.
18.00 - Esibizione de li Sbandieratori et Musici de le “Auree Fenici”.
19.00 - Danze medievali infra lo popolo cum le dame de Terra Lunae.
19.00 - Hostarie ne lo Borgo et Calata per lo rifocillo de li viandanti.
20.30 - Corteo storico infra lo popolo in occasione de lo Grandioso Matrimonio tra lo Capitano et la sua Dama.
21.00 - Invasione de li aragonesi: lo borgo si tinge di rosso.
21.30 - Spettacoli di sbandieratori, giocolieri e mangiafuoco, danze storiche in onore de la vittoria.
22.30 - Spettacolo de foco de le Auree Fenici da Pontremoli.
23.00 - Chiusura manifestazione medievale.

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...