Pagine

mercoledì 18 luglio 2012

DAL 21 LUGLIO SETTIMANA MATILDICA

Ricca, colta, così influente da poter trattare con re e papi, la contessa Matilde di Canossa, signora di terre che si estendevano dal lago di Garda al Lazio, ha lasciato molti segni nel territorio modenese. Tra questi, l’abbazia di Frassinoro, fondata nel 1071 per commemorare la figlia e affidata ai benedettini che ne fecero uno dei centri più potenti dell’Appennino. A rievocare il periodo del Medioevo intorno al 1100 e questa figura di donna così insolita per l’epoca, torna la “Settimana matildica” che da sabato 21 luglio animerà il centro storico del paese con spettacoli, mercati, gastronomia e iniziative culturali. La “Settimana matildica”, giunta alla 13ª edizione, è promossa dal Comune di Frassinoro, in collaborazione con la Provincia di Modena, la Parrocchia di Frassinoro, la Pro loco e le associazioni locali, con il patrocinio della Regione Emilia Romagna, e si svolgerà per due fine settimana: sabato 21 e domenica 22 luglio; sabato 28 e domenica 29 luglio. Tra le novità dell’edizione 2012, l’apertura, «per la prima volta», come sottolinea il parroco don Luca Pazzaglia, del lapidario che custodisce i reperti dell’antica abbazia e che sarà possibile visitare con la guida dello stesso parroco. Domenica 22 luglio, alle ore 17, sarà invece presentato l’albo illustrato “Matilde e l’abbazia di Frassinoro”, curato da Eleonora Grasselli, «un modo giocoso e naturale –spiega il sindaco Gianni Fontana – per avvicinare i nostri bambini alla storia, alle tradizioni e alle usanze locali». Nell’arco dei due fine settimana si alterneranno spettacoli equestri (concentrati nella giornata inaugurale), rievocazioni di antichi mestieri, spettacoli di rapaci (sabato 28), laboratori e animazioni per bambini, giocoleria e teatro di strada. Per tutta la durata della manifestazione si svolgerà il mercato medievale e saranno aperte bettole e osterie. Tra gli eventi principali lo spettacolo “Sogno d’arme”, in programma domenica 22 alle 21, racconto animato della volontà e dell’arditezza di un cavaliere, e il tradizionale e suggestivo corteo storico dedicato a Matilde che, nella serata di domenica 29, chiuderà la manifestazione e che attira sempre un pubblico numeroso. Un evento ormai consolidato che richiama una folla di appassionati e curiosi – commenta Mario Galli, vicepresidente della Provincia con delega alla Promozione del territorio – perché, unendo approfondimento storico e convivialità, riesce a creare un “prodotto” turistico saldamente ancorato al territorio e contemporaneamente di forte richiamo». Nel programma non mancano anche gli appuntamenti culturali come la conferenza, in programma venerdì 27 luglio, alle 21, al Castello della Badia, intitolata “Terremoti e bradisismi in Emilia nel Medioevo” tenuta da Paolo Golinelli, ordinario di Storia medievale all’Università di Verona, e la mostra dedicata alla Via Crucis vivente di Frassinoro dal 1946 a oggi, allestita nel Castello della Badia fino al 15 agosto. Possibili anche visite guidate al Museo lapidario dell’Abbazia e alla chiesa abbaziale di Santa Maria e San Claudio.

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...