Pagine

lunedì 25 agosto 2014

LA CRIPTA DI SAN BIAGIO A SAN VITO DEI NORMANNI (BRINDISI)


Presso la masseria Jannuzzo nella zona di San Vito dei Normanni è possibile ammirare in tutto il suo fascino antico la cripta di San Biagio, un vero insediamento rupestre di San Biagio, un vero insediamento rupestre che risale al XII secolo. Essa costituiva la parte principale di un villaggio costruito nelle grotte scavate giù nel IV secolo d.C. dove si insediarono alcuni monaci bizantini. Ai lati della cripta vi sono due grotte: la più grande era destinata a più usi (poteva essere un dormitorio, come un refettorio), la più piccola era una sorta di abitazione di un eremita. Ma è la Cripta vera e propria che costituisce il nucleo più importante ed interessante; è un grande vano di 12,5 metri e largo 4,50 e vi si accede da un ingresso laterale. Si possono apprezzare splendidi affreschi nella zona (naos) dove si svolgevano i riti religiosi greci, mentre la zona che era riservata al popolo (bema) non aveva alcuna decorazione. Il ciclo bizantino risale all'8 ottobre 1196 e venne eseguito da Daniele e rappresenta uno degli esempi di conservazione delle immagini migliore in tutta la Puglia: costituisce, infatti, un rarissimo esempio di pittura rupestre con immagini di Cristo e rappresenta scene bibliche prese anche dai Vangeli Apocrifi. oltre ad alcuni episodi della vita di San Biagio. Tutte le scritte sono in greco ad eccetto quelle riferite a San Nicola che sono in latino come se si volesse sottolineare la continuità religiosa tra la Chiesa Ortodossa e quella Cattolica, di Roma. La volta è divisa in cinque sezioni e seguono il senso antiorario:

- Cristo Pantocratore (racchiuso in un cielo pieno di stelle con cherubini, simboli evangelisti e di profeti Daniele ed Ezechiele
- Annunciazione
- Fuga in Egitto: Maria monta un cavallo, Giuseppe tiene Gesù sulle Spalle sotto la guida di San Giacomo e dall'Angelo
- Presentazione del Tempio: Giuseppe porta due tortore in una gabbia come simbolo di offerta
- Ingresso di Gesù: Gesù cavalca un asino seguito da Giovanni ed Andrea

Sulle pareti laterali, invece, è possibile ammirare alcuni episodi del Nuovo Testamento.

- Sant’Andrea e San Giovanni
- San Nicola (accompagnato da una epigrafe scritta in greco e una in latino)
- San Demetrio e san Giorgio uccidono un drago
- San Biagio, rappresentato con gli animali che lui stesso guarì
- Santo Stefano e San Silvestro papa (parete di fronte all'ingresso)
- Natività, al centro la mangiatoia e san Giuseppe, la Madonna guarda il bambino accudito dalle levatrici Zalomi e Salomè, i Magi e i pastori 

U.R.P. Ufficio Relazione con il Pubblico
Comune di San Vito dei Normanni - tel. 800010240
Ufficio Cultura 0831955212

Vincimanno Capograssi - Chiesa rupestre di San Biagio (Brindisi); affresco con l'Annunciazione (anno 1197) - Opera Propria
Vincimanno Capograssi - Chiesa rupestre di San Biagio (Brindisi); affresco con l'a Fuga in Egitto (anno 1197) - Opera Propria
Vincimanno Capograssi - Chiesa rupestre di San Biagio (Brindisi); affresco con Santi guerrieri (anno 1197) - Opera Propria
Vincimanno Capograssi - Chiesa rupestre di San Biagio (Brindisi); affresco con l'Antico dei Giorni (anno 1197) - Opera Propria

Tutte le immagini dell'articolo, sono tratte da Wikipedia, Autore: Vincimanno Capograssi

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...