Pagine

lunedì 27 giugno 2016

CENTRO STUDI E ATTIVITÀ CULTURALI "LA RIBECA ONLUS"


La Ribeca-onlus è un Centro studi e attività culturali senza finalità di lucro presente nell'area jonica da circa un decennio. Ha sede a Castellaneta in provincia di Taranto e si occupa di rievocazioni storiche medievali. Finalità principale  dell’Associazione “La Ribeca-onlus” è quella di concorrere alla tutela e alla valorizzazione del Patrimonio culturale del territorio attraverso la rievocazione e ricostruzione storica di fatti e accadimenti in chiave filologica perseguendo quelle finalità congeneri alla main mission ovvero il tramandare usi e costumi che hanno contraddistinto il nostro territorio connotandogli un’identità da tramandare e, punto non meno importante, la realizzazione di eventi finalizzati all'inclusione sociale di soggetti svantaggiati. 

Fatti e accadimenti datati secoli fa e riportati alla luce sotto forma di eventi (oltre sessanta sino ad oggi) promossi, organizzati e realizzati sin dal primo anno fra manifestazioni storiche di massa, convegni di studio, progetti formativi in collaborazione con Istituzioni Scolastiche, hanno fatto si che si consolidasse quel senso di appartenenza della Comunità al territorio e di conseguenza al suo spirito identitario. Nel suo perpetuo e dinamico movimento di  promozione del  territorio, di  recupero dell' identità  e della memoria sedimentata dell’identità culturale del territorio,  l’Associazione la Ribeca-onlus attua " viaggi nella storia"   in un sapiente incontro tra cultura e magnifici paesaggi naturali attraverso l’allestimento di living-history  in cui svolgere incontri  ludico-culturali dedicati alla musica medievale, alle antiche artigianalità e al  gioco storico. 


L’organizzazione delle sue attività  è   strutturata per favorire la trasmissione di un sapere antico in un contesto di  benessere sociale e culturale dove turisti religiosi e culturali,  studenti ,  soggetti svantaggiati e diversamente abili   possano godere della  possibile e  piena integrazione nel tessuto sociale arricchendo il  proprio patrimonio socio-culturale. Grazie all'allestimento di banchi didattici interattivi dove costruire la storia  mediante   varie attività,  è possibile sviluppare, potenziare e  accrescere, le  personali  capacità intellettive, affettive e relazionali   ma anche   manuali e pratiche ..

La Ribeca – onlus è artigianato,  musica   e  gioco storico

I componenti provengono da diverse esperienze musicali e sono attivi da diversi anni in  rievocazioni storiche, mostre didattiche,  laboratori didattici nelle scuole, corsi di formazione,cene medievali e rappresentazioni teatrali.:

a) un gruppo di esperti rievocatori  che animano la Domus Mercatorum dove Il Candelaro, l’Usbergaio, il Terracottaio, il Cerusico, il Cuoiaio, lo Speziale, l’Armaiolo, il Coquinarius, l’Alchimista, l’Oliandolo, Il Miniaturista, Lo Scrivano, danno vita ad un  autentico museo itinerante, didattico, interattivo, di arti e mestieri dell’età di mezzo  con laboratori  di didattica sperimentale   dove tradurre il Sapere in Saper Fare per Saper Essere;

b) un gruppo di musici medievali che grazie a ricerche storico-filologiche, esegue musica medievale utilizzando una ricchissima collezione di fedeli riproduzioni di strumenti  ricostruendo e trascrivendo i testi antichi;

c) un gruppo di animatori che allestiscono un autentico Luna park medievale  con più di 20 postazioni di giochi motori, dinamici, agonistici, di forza, ecc, in struttura lignea  e materiale povero. Giochi che tutti possono svolgere, semplicemente ripetibili, di gruppo o individuali, che aggregano e divertono, privi di trucchi, espressione del clima gioioso che si accompagna ad una festa paesana e che esprimono un forte senso di appartenenza e di identificazione con abitudini, luoghi e  ricorrenze delle nostre popolazioni. 

Giostra del Saracino, gioco del gagliardetto, tiro alla fune, gioco  dell’assalto al castello con catapulta, palio dei giochi perduti ecc.  Esso ha un alto valore evolutivo poiché è strutturato su un patrimonio valoriale cavalleresco (prodezza, lealtà, rispetto delle regole, fedeltà, coraggio, tenacia, mitezza, onore, ecc) e ben si presta quale dispositivo didattico, pedagogico, formativo per l’educazione alla Cittadinanza attiva, alla Convivenza civile e al rispetto dell’altro.

Nel gioco, ognuno si ritrova e si conosce: giocando ogni individuo riesce a liberare la propria mente da contaminazioni esterne, quale può essere il giudizio altrui, e ha la possibilità di scaricare la propria istintualità ed emotività. I giochi storici   sono strumento di riappropriazione della propria memoria storica, della identità collettiva di  un territorio nella consapevolezza che non c’è futuro senza memoria. Il gioco storico sorprende, incuriosisce, cattura, ammalia, diverte, informa, educa e promuove nuove modalità per entrare in relazione con il mondo esterno, favorisce l’inclusione sociale, la contaminazione, il meticciamento e l’empatia Schiller : “l’uomo è pienamente tale solo quando gioca”.

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...