Pagine

mercoledì 28 ottobre 2015

LA BATTAGLIA DI PONTE MILVIO


Il 28 ottobre del 312 ebbe luogo a Roma la Battaglia di Ponte Milvio tra Costantino e Massenzio e si colloca nell'ambito della Guerra Civile Romana (306/324). La battaglia mise duramente fine al regno di Massenzio fortemente osteggiato da Costantino (contrario alla tetrarchia) facendosi nominare princeps nel 306 controllando Italia e Africa. Nel 312 Costantino, dopo aver sconfitto Massimiano a Torino e a Verona, arrivò alle porte di Roma conquistando Malborghetto, proprio a pochi chilometri da Ponte Milvio nei pressi di Prima Porta ponendosi alle spalle del'esercito avversario. Le forze in campo erano notevoli ma fortemente squilibrate: tra fanti, cavalieri e uomini armati Costantino poteva contare su 138 mila unità contro le 288 mila dell'avversario.

Una sconfitta annunciata

Sebbene i numeri condannavano Costantino egli mise in campo la sua indubbia qualità militare: Massenzio aveva posizionato i propri armati con alle spalle il fiume e quindi non avevano un'eventuale via di fuga. Proprio sfruttando questo fatale errore Costantino partì all'attacco colpendo il nemico ai fianchi sconfiggendo in maniera roboante le truppe di Massenzio che comunque lottarono strenuamente fino alla fine. Nella speranza di indietreggiare per poi controbattere Massenzio andò sul ponte che crollò sotto il peso della calca: il corpo di Massenzio fu ritrovato e la sua testa usato come trofeo da Costantino che rientrò a Roma

Le conseguenze della battaglia

Costantino fu trionfalmente accolto a Roma e proclamato imperatore dell'Impero Romano d'Occidente dedicando la sua vittoria al Dio dei cristiani che furono messi sotto la sua protezione, fatto questo che consentì al Cristianesimo di poter crescere senza paura di nuove persecuzioni tanto che si arrivò nel 313 all'Editto di Costantino.

Articoli Correlati

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...