Pagine

giovedì 9 gennaio 2014

CRIPTA MEDIEVALE RICOPERTA DA ISCRIZIONI RINVENUTA A DONGOLA



Alcuni archeologi di Varsavia hanno riportato alla luce una cripta che risale al 1100 d.C. il cui pavimento e le parenti sono ricoperte da iscrizioni in greco e copto incise con inchiostro su calce. Le iscrizioni si riferiscono ai quattro Vangeli con tanto di preghiere alla Vergine e nomi magici. Secondo i ricercatori le iscrizioni sarebbero state fatte da un certo Ioannes con l'obiettivo di proteggere i morti dal male. Il lavoro di decodifica sarà molto lungo ed impegnativo in quanto le scritte sono conservate piuttosto male. Rilevante è la preghiera dell'Agnello di Dio, in greco a dimostrazione dell'uso di questa lingua nella Nubia Medievale. Sette individui dal corpo mummificato sono stati ritrovati all'interno della cripta e uno di essi apparterrebbe a Georgios un grande leader religioso della Makuria morto, a quanto si legge dall'epitaffio, ad 82 anni nell'Anno Domini 1113. La cripta, che ora è rimasta sigillata, fu individuata nel 1993 e fino al 2009 nessuno aveva mai iniziato i lavori di scavo. Durante la fase di lavoro i corpi sono stati rimossi per essere studiati, le mura ripulite e le scritte registrate e studiate con più precisione.

La cripta si trova a Dongola, capitale di un regno medievale ormai perduto che ebbe grande splendore tra l'VIII e XII secolo nella Valle del Nilo. 

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...