Pagine

sabato 27 giugno 2015

TUTTO PRONTO PER LUDIKA 1243 DAL 7 AL 12 LUGLIO 2015




Dal 7 al 12 Luglio 2015, Il Quartiere di San Pellegrino di Viterbo ritornerà al Medioevo. Si svolgerà infatti l'edizione 2015 della manifestazione LUDIKA 1243, che ha la sua peculiarità nella capacità di legare ad una giocosa ricostruzione storica, numerose attività culturali e ludiche che coinvolgono i visitatori rendendoli, più che spettatori, veri protagonisti. Nobildonne e semplici dame, principi e mendicanti, uomini in arme ed inquisitori, “mastri” artigiani e saltimbanchi accoglieranno il pubblico, coinvolgendolo nella suggestiva atmosfera del XIII secolo con giochi di piazza, spettacoli teatrali, schermaglie tra contendenti, sfilate ed altre attività che trasformeranno il quartiere San Pellegrino in uno splendido “archeoparco”  medievale in cui ognuno potrà sperimentare il “proprio medioevo”. Sarà possibile così partecipare ad un torneo di spada, apprendere le arti del giullare e, soprattutto, si potrà partecipare in prima persona a uno degli eventi principali della manifestazione: la battaglia campale tra l’esercito guelfo alla difesa della città e l’esercito ghibellino agli ordini di Federico II. I partecipanti, siano essi appassionati o turisti, dovranno solo scegliere sotto quale bandiera schierarsi ed essere animati dal giusto spirito di goliardico antagonismo; l’organizzazione provvederà a fornire loro abiti ed armi, chiaramente totalmente innocue in quanto realizzate in lattice e/o gommapiuma, e darà la possibilità di partecipare a riunioni di addestramento nelle giornate precedenti. In una girandola di colori, al suono di tamburi e chiarine, i due eserciti, al termine di una lunga sfilata che percorre la città, daranno vita ad una battaglia leale ma animata dal giusto spirito di competizione.  L’esito finale è totalmente lasciato al dipanarsi degli eventi. Altro aspetto peculiare della manifestazione, dal quale trae il nome, è l’importanza data alla valenza socio-culturale del gioco. Nel Medioevo la festa ed il “gioco di piazza” (sia esso stato un torneo, una semplice corsa dei sacchi o una partita a dadi), rappresentava per tutti i ceti sociali un momento di incontro e l’occasione più propizia per cementare conoscenze o amicizie. L’organizzazione mira a ricreare questa atmosfera attraverso la proposta di diversi giochi e sport medievali, adatti a far partecipare e divertire il pubblico di ogni età, proponendo così il recupero della nostra cultura e della nostra storia anche attraverso una coinvolgente attività ludica. Nello studio dei diversi aspetti del 1200 non poteva mancare una particolare attenzione al “teatro di strada” e alle molteplici maschere e figure della Commedia dell’Arte, dando vita così ad una appassionata ricerca che ha portato alla nascita di laboratori teatrali in cui diversi giovani, sotto la sapiente guida del regista Vania Castelfranchi, lavorano alla creazione di personaggi e costumi, imparando e affinando le arti giullaresche per portare in piazza momenti di spettacolo peculiari e caratteristici del medioevo: così sono nati il laboratorio B.E.Y. ed il laboratorio Ludikantes, che sulla scia di Ludika continuano la loro opera portando il nome di Viterbo in giro per l’Italia. Sull’onda di queste passioni e sull’attenzione che il pubblico ha dimostrato in questi anni, Ludika 1243 è ormai anche Festival del Teatro di Strada Medievale! Ogni sera, numerosi artisti, anche di fama internazionale, si esibiscono nelle nostre piazze con ogni tipo di spettacolo e performance, pronti ad accogliere grandi e bambini in quell’atmosfera magica delle notti di mezza estate. Oltre alle attività ludico-culturali, nelle piazze di Ludika 1243 troverete una vasta disponibilità di servizi, tra cui lo Stand Gastronomico Medievale, in cui potrete sedervi e assaggiare sotto le stelle i veri piatti della tradizione del 1200. Nonostante questo, abbiamo pensato anche al modo di poter mangiare non abbandonando il mondo del gioco, dandovi la possibilità di partecipare, su prenotazione, all’Invito a Corte con Delitto! Indossate le vesti di dame e cavalieri, impersonate i vostri personaggi e calatevi in un atmosfera di Corte in cui un mistero dev’essere svelato… chi sarà l’assassino? Infine, tutti avranno la possibilità di partecipare al Concorso Fotografico Estemporaneo! Scaldate le vostre macchinette, fotografate nei giorni della manifestazione ciò che vi sembra più suggestivo e che pensate rappresenti al meglio lo spirito di Ludika 1243.  Potete leggere il regolamento completo qui.
Nella concezione di creare un più ampio panorama relativo al 1200 che convogli in tutta la provincia quel turismo che insieme alla cultura cerca il divertimento, è nostra intenzione creare degli appuntamenti in diversi comuni con giornate medievali, che, prendendo spunto da Ludika, portino il pubblico soprattutto di giovani, a vivere spaccati di storia del proprio paese, le tradizioni, un particolare episodio, rivalutando il centro storico o un particolare monumento del luogo, e coinvolgendo ove possibile le scuole in visite guidate, in laboratori, in narrazioni, sempre in chiave storico/ludica. Inoltre, nell’ottica di dare spazio a diversi generi culturali, si è creato uno spazio per la presentazione di giovani autori di libri storici o fantasy con dibattiti e conferenze, così come la presentazione di giochi da tavolo tematici sull’epoca. Non da ultimo, poniamo lo sguardo sulla creazione di una vera e propria cittadella del medioevo-fantasy, quello fatto di magie, draghi e principesse da salvare, che di anno in anno si va arricchendo di iniziative e di particolarissimi personaggi. Ludika 1243, per la sua capacità di valorizzare uno dei quartieri più suggestivi della città di Viterbo e in generale un’epoca poco conosciuta come quella del 1200, è divenuta un appuntamento annuale atteso dal pubblico di ogni età, proveniente da diverse parti d’Italia, per un flusso turistico sempre alla ricerca di nuovi stimoli culturali. La manifestazione è organizzata e coordinata dall’Associazione culturale La Tana degli Orchi in stretta collaborazione con il gruppo Elish, il Teatro di Ricerca Antropologica Ygramul, e con l’ausilio di diverse realtà associative di ricostruzione storica e le principali associazioni culturali ludiche giovanili di tutta la regione Lazio.

Per informazioni e contatti, visitate la nostra pagina Facebook Ludika1243 o il profilo Twitter @Ludika1243; in alternativa, contattate i numeri 3802929483/0761482881 o l’indirizzo email info@ludika.it

Altre attività di Ludika 1243

Bookcrossing: Il viaggio di un libro liberato! Da quest’anno le piazze di Ludika 1243 si trasformano in Bookcrossing zone: libri, debitamente registrati sul sito internazionale dedicato a quest’attività (www.bookcrossing.com), verranno ‘liberati’, cioè appositamente abbandonati affinché qualcun altro li recuperi, li legga e li rimetta a sua volta in circolazione. Fai circolare la cultura! Per maggiori info rivolgersi allo Stand Informazioni.
Taverna Medievale: Scopri le antiche tradizioni assaggiando sotto le stelle i piatti tipici del 1200!
Come d’Arte – I Festival Nazionale di Commedia dell’Arte: All’interno di Ludika 1243 si svolgerà il Primo Festival Nazionale di Commedia dell’Arte! Divertiti insieme ad Arlecchino, Pulcinella, Pantalone e tanti altri e scopri gli spettacoli delle compagnie partecipanti!
Mercatino Medievale: Passeggia tra i banchi degli antichi mestieri e vai a curiosare nelle bancarelle!
La cittadella Fantasy e del gioco di ruolo: Un angolo di Ludika 1243 è dedicato al regno della fantasia e dell’immaginazione, a tutto ciò che è fantasy e medioevo fantastico. Immergiti nel mondo del gioco di ruolo dal vivo, e scopri come la fantasia che si ispira alla storia si possa vivere e indossare! Tutti i giorni a piazza della morte, le associazioni Camarilla Italia, Le 7 Terre, Le Terre di Khor, L’Orda del Nord ti accoglieranno per farti conoscere mondi fantastici ed eroici, in cui sarai il protagonista.
Il villaggio dei bambini: Un’area dedicata esclusivamente ai più piccoli, con storie, passatempi e giochi dedicati!
Stage e Workshop: Ogni giorno a Ludika potrai imparare le arti del giullare o frequentare stage per attori riguardanti la Commedia dell’Arte! Iscriviti e scopri le meraviglie dell’andare in scena!
La piazza dei giochi: Divertiti con i tuoi amici e partenti e sfidali a vincere provando i veri giochi in legno medievali!
Apertura in notturna di “Viterbo sotterranea”: visite “narrate” agli antichi cunicoli che portarono nel 1243 gli abitanti della città assediata fino all’accampamento di Federico II a Valle Faul, dando loro modo di appiccare il fuoco alle tende e gettare scompiglio nell’esercito ghibellino (www.tesoridietruria.it)
I segreti di Viterbo: divertenti passeggiate alla scoperta del quartiere San Pellegrino con gli incontri ed i racconti dei personaggi del 1200
Festival del teatro di strada: Vie e piazze sono aperte agli artisti di strada con spettacoli medievali.
Venite a colorare la festa con la vostra poesia!
IV°Concorso fotografico estemporaneo: le emozioni raccolte in un battito… Se la fotografia è la tua passione “cogli l’attimo” che più ti piace. A fine evento verranno premiati gli scatti più belli.

Comed'Arte è un'esperienza collettiva che ha messo in rete, nel corso del 2014, diverse realtà teatrali del centro italia che hanno fatto dello studio e della pratica della ​Commedia dell'Arte il loro principale percorso di attività, studiando questa preziosa tradizione del nostro patrimonio culturale per anni. Il primo incontro fra questi artisti è avvenuto in occasione della Giornata​ Mondiale della Commedia dell'Arte, il 25 febbraio 2014​, in occasione della quale è nata la volontà di creare una rete dedicata alla Commedia che agisse primariamente nel centro Italia; in questo modo, la rete di Comed'Arte ha dato vita all'organizzazione del primo festival del centro italia esclusivamente pensato per questa tradizione teatrale.
La prima edizione del festival Comed'Arte si è cosi tenuta a luglio 2014 a Viterbo​ ,​ ospitato dal festival di teatro storico e di strada ​Ludika 1243​; questa prima occasione di collaborazione ha dato luogo ad una partnership molto proficua che perdura nel tempo: anche quest'anno, infatti, ​dal 7 al 12 luglio il centro storico di Viterbo ospiterà le due manifestazioni, in stretta sinergia. Comed'Arte è un'esperienza innovativa e particolare, sia per quanto riguarda la collocazione geografica (una parziale novità quella di dedicare un festival alla Commedia nel centro italia), sia dal punto di vista organizzativo, poiché nasce principalmente come rete di artisti teatrali con un percorso ed esperienze comuni che, mossi dall'amore per la propria tradizione di riferimento, hanno creato una rete solida, che si occupa di promuovere molte attività che gravitano intorno alla Commedia, non soltanto un festival; la rete infatti ha già messo in atto molte esperienze quali ​laboratori sulla Commedia dedicati ad adulti e ragazzi, progetti di ​sensibilizzazione letteraria​, ​rassegne di Commedia dell'arte in altri teatri romani (il teatro Ygramul, ad esempio), in uno spirito collettivo di ​cooperazione​ e ​collaborazione​ molto forte. Le realtà teatrali coinvolte, infatti (dal Teatro​ Ygramul a La​ Bottega dei Comici,​ Circomare​ Teatro e molti altri gruppi e artisti che si muovono nel panorama del centro italia), dopo la prima esperienza di messa in rete, oltre a preparare la seconda edizione di ​Comed’Arte nella ormai consueta cornice viterbese di ​Ludika 1243​, si adoperano costantemente per far crescere e maturare la rete stessa, consolidando le esperienze che portano la ​Commedia dell’Arte alla luce e la mostrano al pubblico, e lavorando per l’obiettivo comune volto alla valorizzazione di questa preziosissima tradizione culturale italiana come ​patrimonio immateriale a livello mondiale, affinchè si conservi un modo antico e tradizionale di fare teatro, nella logica della conservazione e dell’adattamento ai tempi: la rete di Comed’Arte, infatti, nasce con la precisa scelta di raccogliere molteplici approcci alla tradizione della Commedia​, dai più classici e filologici a quelli più sperimentali e contemporanei, proprio per mostrare, attraverso gli spettacoli, ma anche attraverso la pedagogia e i laboratori, quanto il denominatore comune di questa tradizione rimanga invariato, quasi un archetipo della nostra cultura (non solo teatrale), indipendentemente dalle variazioni di stile, costumi, epoche. Un bagaglio che, come i Comici di cinquecento anni fa, continuiamo a portarci dietro nei nostri viaggi, tutti insieme, attori e pubblico. Per informazioni, consultate la pagina Facebook: Comedarte Festival nazionale di Commedia dell’Arte (https://www.facebook.com/comedarte)


Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...