Pagine

sabato 15 agosto 2015

LE ORIGINI MEDIEVALI DEL TENNIS

Con questo articolo diamo l'ennesimo schiaffo morale a chi definisce il Medioevo come un periodo buio. Tanti di noi hanno fatto almeno una volta una partita a tennis, ma lo sappiamo quando nasce questo sport ora di elite? Nel Medioevo, strano ma vero, tanto che era lo sport praticato da Gawain Gwalltafwyn, cavaliere della  Tavola Rotonda. Durante il Medioevo si chiamava real tennis e si rifaceva al jeau de paume, un antico gioco italiano e francese risalente al XII secolo. Dapprima la palla era colpita a mano nuda, senza altri strumenti fino a quando nel 1520 il guanto si trasformò in racchetta. Francesco I di Francia si appassionò al tennis tanto che costruì molti campi di gioco divulgando il nuovo sport sia a corte sia tra il popolo. Ma fu nel 1571 che il tennis venne "istituzionalizzato"; Carlo IX fondò la prima corporazione di professionisti organizzando anche un torneo diviso in tra categorie. In Inghilterra il tennis ebbe un grande successo grazie ad Enrico VIII il qualche fece costruire un campo ad Hamptor Court sede del palazzo reale. Narra la leggenda che Anna Bolena fu arrestata proprio mentre stava seguendo una partita di tennis e la notizia della sua esecuzione arrivò alle orecchie del re Enrico VIII mentre...si stava dilettando con il suo nuovo passatempo! Nel XII secolo il tennis si diffuse anche in Francia, Spagna e Italia arrivando anche nell'Impero Austroungarico. Poco prima della Rivoluzione Francese, la sala della "Pallacorda" (altro nome del tennis) dove i deputati del terzo stato giurarono di non separarsi fino a quando la costituzione non si fosse affermata in maniera stabile. 

Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...