Pagine

domenica 23 ottobre 2016

RECENSIONE: "I DIARI DI FEDERICO II" - VOLUME PRIMO

Il primo libro de "I diari di Federico II" dal titolo "Tutto quello che non ricordo" ideato e progettato da Sal Modugno e che Sguardo Sul Medioevo sosterrà anche nelle prossime uscite, scorre via in maniera delicata. Parliamo di un diario in cui l'imperatore Federico II parla in prima persona descrivendo con dovizia di particolari personaggi, fatti e sensazioni. Molto interessanti sono le descrizioni caricaturali dei personaggi come il caso di Francesco Guglielmo precettore del giovane imperatore di cui ne descrive la particolarità della sua folta barba ("forse ci teneva dei libri"), come altrettanto simpatiche ed ironiche sono le descrizioni del papa, di Marcovaldo e di Diopoldo di Acerra ("un uomo tosto, guerriero e stratega il cui nome sembra una bestemmia"). Di grande impatto e non invasive sono le illustrazioni davvero di grande qualità la cui presenza rappresenta un corredo ideale al testo. La sceneggiatura è fresca, non ci sono fronzoli letterari e soprattutto ha uno stile decisamente ironico. Mezz'ora passata in allegria in compagnia di Federico II che in questo primo numero vuole raccontarci i primi anni della sua vita da giovane predestinato in compagnia di personaggi, complotti e fatti che, ancora oggi, sono ammantati nella leggenda. 

Non ci resta che attendere il Secondo Volume che uscirà a Dicembre!

Titolo dell'Opera: I diari di Federico II
Autore: Sal Modugno
Editore: Quorum Edizioni
Uscite: Bimestrali
Costo: 5 euro

Sinossi dell'opera

Un inedito e irriverente Federico II ripercorre la propria esistenza attraverso cinque ironici diari redatti nei suoi ultimi giorni da imperatore. Accompagnate da originali illustrazioni dal taglio fumettistico, queste pagine autobiografiche presentano, con uno stile umoristico e moderna, la vita di una delle più importanti figure del Medioevo italiano.


Giudica l'articolo!

0 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...